Amministrative 2017, Deiana: “Partecipazione in calo allarmante”

“Meno 7 per cento rispetto allo scorso anno, è crisi di democrazia” così il presidente di Anci Sardegna, Emilio Deiana, commenta le elezioni amministrative che hanno coinvolto 64 comuni 


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Il dato sulla partecipazione popolare, in calo del 7% in Sardegna, e’ un dato che deve allarmare tutti. Dalle elezioni regionali del 2013, quando votarono circa il 50% degli aventi diritto, le forze politiche hanno poco considerato la pericolosita’, civile e politica, dell’allontanamento di larghi strati di popolazione dalla pratica elettorale e democratica. Ora, se il dato si riflette anche sulle elezioni amministrative c’e’ da allarmarsi davvero”. Cosi’ il presidente di Anci Sardegna, Emiliano Deiana, all’indomani delle elezioni amministrative che in Sardegna hanno coinvolto 64 Comuni.
Il numero uno di Anci ha mandato gli auguri ai sindaci e consiglieri eletti: “A loro va un ringraziamento particolare perche’, in un momento difficile della vita politica della Sardegna, hanno deciso, candidandosi, di uscirne dagli egoismi per mettersi a disposizione della propria comunita’”. Il dato di ieri dice pero’ anche che ormai in Sardegna “circa il 35% dei comuni sono amministrati da un monocolore e da una sola lista- prosegue Deiana- e dobbiamo leggere i risultati sulla partecipazione alla luce anche di questo dato che mostra, in tutta evidenza, la crisi delle forme democratiche. Una crisi dalla quale si puo’ uscire solo aumentando gli istituti di partecipazione popolare nelle scelte di governo e con un vasto rinnovamento delle forme della democrazia locale sulla quale investire per davvero”.
(agenzia Dire)


In questo articolo: