Alluvione, proseguono le operazioni di soccorso e le ricerche

120 i volontari inviati dalla Protezione Civile


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La Protezione civile della Regione Sardegna, con la direzione generale, i Centri di coordinamento soccorsi provinciali attivati a Olbia, Nuoro e Oristano e diversi Centri operativi comunali, prosegue nel coordinamento delle operazioni di sostegno alle popolazioni della Sardegna colpite dall’alluvione. Dall’ultimo aggiornamento dalla Sala operativa di Cagliari risulta che gli sfollati sono 1.350, alcuni dei quali assistiti in strutture di accoglienza (saloni parrocchiali, scuole o palestre) e gli altri in abitazioni di parenti o conoscenti. Risulta sempre un disperso a Onanì (Nuoro), mentre le persone decedute sono 16. Sempre a Onanì è in via di ripristino la strada di accesso. Sono state inviate diverse autobotti di acqua potabile in alcuni Comuni che ne hanno fatto richiesta (specie nel Nuorese). I volontari inviati dalla Protezione civile della Regione al momento sono oltre 120 (a Olbia e nell’Oristanese), che si aggiungono a quelli inviati dagli enti locali. Per quanto riguarda la situazione meteo, resta in vigore l’allerta anche se per ora in molte parti della Sardegna non si registrano piogge rilevanti.