Alda di Cagliari, 90enne sprint: “Faccio palestra e ho l’agilità di una 70enne”

Tre volte alla settimana tra tappetini e piegamenti. La grinta di Alda Arzedi, novanta candeline pronte sopra la torta ad agosto: “Faccio gli esercizi meglio di chi ha vent’anni meno di me. Vado in campagna e faccio lunghe camminate, anche di cinque ore”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA alla sportivissima nonnina

La parola “fatica” esiste nel suo vocabolario, ma non la teme per nulla. Alda Arredi, nata a Fluminimaggiore ma residente a Cagliari dal 1958, sta per compiere novant’anni tondi tondi. E non li dimostra, anzi. Tre volte alla settimana frequenta una palestra in via Mameli: ginnastica dolce, che significa mezz’ora in piedi e mezz’ora seduta sul tappetino a fare piegamenti e vari esercizi: “Piego braccia e gambe meglio di alcune signore di 70 anni”, confida, ridacchiando.
Una vita non semplice, quella vissuta da signora Alda: quattro figli, tanti lavori fatti per garantire loro un futuro, “ho anche cucito, sono stata sarta per un po’ di anni”, poi la morte del marito quando lei aveva 54 anni e la voglia di non arrendersi. Anche dal punto di vista dell’aspetto fisico: “La ginnastica è utilissima a qualunque età, non basta camminare molto”.
E, a proposito di passeggiate, la novantenne sprint è espertissima: “Vado in campagna da mio genero, cammino anche per cinque ore di fila, riesco pure a scavalcare muri e a salire sopra alcune piante”, afferma, con la serenità di una ragazzina. “Tante mie amiche mi dicono di non avere tempo per la palestra per via delle faccende domestiche. Ma le faccio anche io, eppure riesco a trovarlo, il tempo. I movimenti del corpo che si fanno qui non si possono fare in casa, sarebbero distruttivi. Mi sento come una settantenne. Ai giovani dico di non trascurare mai l’attività fisica, è importantissima”.