Al porto di Cagliari camionisti in trincea, tir in marcia su Nuoro: proteste non stop per il caro benzina

Gli autotrasportatori e i pastori si preparano al primo weekend di lotta in viale La Playa: “Da qui non ce ne andiamo”. La rabbia per il gasolio alle stelle arriva anche a Nuoro, città paralizzata con i furgoni a passo d’uomo. GUARDATE il VIDEO

Cagliari e Nuoro, principalmente, ma anche gli altri porti sardi. La protesta di autotrasportatori e pastori va avanti. Nel capoluogo sardo presidio continuo in viale La Playa e al Porto Canale: “Da qui non ce ne andiamo”. E i nuovi provvedimenti in arrivo dal Governo non soddisfano chi deve pagare ancora il gasolio più di due euro al litro. L’obbiettivo è massimo un euro e mezzo, non un centesimo di più. La situazione è sempre più bollente, gli incontri degli ultimi giorni sono stati, almeno per chi protesta, paragonabili a un buco nell’acqua: tanta solidarietà e vicinanza, ma le colonnine dei distributori di benzina segnano ancora tariffe troppo alte.
A Nuoro i tir in marcia sula città, intanto, dall’alba sino al primo pomeriggio: tappe alla Camera di commercio e al palazzo della Provincia, quasi tutti i furgoni hanno issata la bandiera dei quattro mori. Il caro benzina, ovviamente, si fa sentire anche nel capoluogo barbaricino.


In questo articolo: