Agguato nelle campagne di Loceri, interrogatori per tutta la notte

Oggi potrebbe essere eseguita l’autopsia sul corpo dell’agricoltore di 53 anni, Giacomo Paderi

Un mistero che s’infittisce quello del delitto di ieri a Loceri, dove un agricoltore di 53 anni, Giacomo Paderi, è stato ucciso a fucilate. A fornire elementi utili alle indagini potrebbe essere l’autopsia che dovrebbe essere eseguita oggi nell’ospedale di Lanusei.

L’esame autoptico disposto dal magistrato potrebbe stabilire con certezza da quale arma è stato esploso il colpo mortale, al quale sono scampati i due uomini che in quel momento si trovavano con l’agricoltore, Pietro Loi, di Loceri, e l’agricoltore di Urzulei Adriano Lorrai, che sono riusciti a scappare.

Paderi aveva lasciato il carcere un anno e mezzo fa, dopo avere scontato la condanna inflitta per il sequestro-lampo, nel 2002, del figlio della direttrice delle poste del paese. Le indagini dei carabinieri di Nuoro sono proseguite per tutta la notte, ma ancora il contesto nel quale è maturato l’omicidio non sarebbe chiaro.