Agenzia del Lavoro, Flexicurity da incubo: “Tirocini, poi disoccupati”

Presidio dei disoccupati sardi davanti all’hotel dove la Regione parlava dei tirocini: “Ci fanno fare gli apprendistati, poi non si trova lavoro. E accedere alla piattaforma era un’impresa”

Presidio di un gruppo di disoccupati davanti all’hotel Regina Margherita, dov’è in corso il convegno organizzato dalla Regione sul programma Garanzia Giovani.  A protestare gli ex beneficiari degli ammortizzatori sociali che hanno partecipato al Flexicurity, la misura messa in campo dalla Regione per il reinserimento nel mondo del lavoro e rivolta a oltre 4 mila disoccupati. “Dopo i tirocini non stiamo lavorando – dicono – Le assunzioni sono state meno di venti”. Solo 1500 sono riusciti ad iscriversi alla piattaforma. “La procedura era troppo complicata – sottolineano i manifestanti – e molti non sono riusciti a completare l’iscrizione”.

I numeri. “Secondo le nostre stime le assunzioni sono oltre quaranta – replica Luca Mereu, capo di gabinetto dell’assessorato regionale del Lavoro – In ogni caso è presto per fare un bilancio. La misura è ancora in corso, ci auguriamo di fare i primi conti a dicembre, con la speranza che le imprese possano trasformare i tirocini in contratti”. Gli altri numeri della Regione parlano di settecento imprese finora coinvolte e un’offerta di 890 tirocini, di cui 660 già avviati.