Aeroporti, cosa cambierà dopo il coronavirus

Con la fine del lockdown, e dopo la pandemia, gli aeroporti cambiano pelle e inventano un nuovo modo di viaggiare

Spazi ripensati per garantire il distanziamento sociale, dispenser di gel igienizzante sempre a portata di mano, potenziamento delle tecnologie biometriche per ‘tagliare’ le code. Gli aeroporti cambiano pelle e si reinventano per misurarsi con una sfida ancora più grande di quella affrontata per contrastare il terrorismo dopo l’11 settembre: la fase 2 dell’emergenza coronavirus. 

Ripartire sulle ali di un aeroplano sarà un’esperienza del tutto diversa e viaggiare non sarà più lo stesso. Come sarà la nuova ‘normalità’ negli aeroporti? Lo spiega all’Agi, Ivan Bassato, direttore operativo di Adr, che premette: la parola d’ordine è “sicurezza”.

Leggi su https://www.agi.it/economia/news/2020-04-16/aeroporti-coronavirus-8340631/


In questo articolo: