Addio a Fabio Donato Saccu, muore a 46 anni un geometra di origini sarde: aveva partecipato a “Uomini e Donne”

Il lutto nella comunità degli emigrati isolani del Piemonte, Saccu era per metà sardo: “La madre è di Pozzomaggiore. Ha sempre avuto la Sardegna nel cuore, purtroppo un brutto male se l’è portato via”. Nel 2015 “aveva partecipato alla trasmissione di Maria de Filippi”

Il circolo degli emigrati sardi del Biellese, Su Nuraghe, piange Fabio Donato Saccu, geometra, di 46 anni. “Dopo un breve periodo, segnato da un male che non perdona, è mancato all’affetto dei suoi cari”. Lo annunciano la mamma Salvatorica, il papà Carlo e gli affezionati amici. “Fabio è volato in cielo adesso, alle ore 9”. Questo il messaggio di ieri sera inviato agli amici del circolo sardo dalla mamma che l’ha assistito fino all’ultimo all’ospedale degli Infermi di Biella, dove era ricoverato. Con l’amore per la Sardegna nel cuore, alimentato dai nonni materni rientrati ad Alghero dopo una vita di lavoro trascorsa a Biella, a 39 anni, Fabio aveva fatto l’ufficiale entrata in società nella grande famiglia di Su Nuraghe durante una serata a lui dedicata da protagonista, accompagnato dalle donne del Circolo a fargli da madrine, che per lui hanno preparato il tradizionale su cumbidu, il rinfresco con specialità isolane.
“Sempre disponibile e generoso, era noto alle cronache anche fuori dai confini locali per una sua partecipazione a una trasmissione condotta da Maria de Filippi”. Si tratta di “Uomini e donne”, come ricorda lo stesso circolo in un comunicato di inizio 2016. Catturato dall’amore, dopo una breve trasferta affettiva e lavorativa in provincia di Modena, pochi mesi fa, Fabio era rientrato a Ponderano per trascorrere le vacanze natalizie con gli amati genitori. Ma, fin dalle prime avvisaglie, la malattia non gli ha permesso di realizzare tutti i suoi sogni. Sconsolata, la mamma tiene tra le mani il braccialetto del figlio con incise le parole di Papa Francesco: “Non lasciatevi rubare i vostri sogni”.