Acqua alta record a Venezia: c’è una vittima

La marea ha raggiunto 1,87 metri. Mai così dal ’66. Inondata per la seconda volta in meno di 12 ore la Basilica di San Marco

Una marea eccezionale ha fatto irruzione nella laguna e ha sommerso fino al collo Venezia sotto un’acqua alta che non raggiungeva questi livelli dal 1966: un picco di 1,87 metri. Nel buio della notte si contano i danni, che appariranno solo domani in tutta la loro portata. La Basilica di San Marco è stata inondata: un metro d’acqua, la cripta sotto il presbiterio completamente allagata. Nel pomeriggio, l’acqua era già entrata nell’edificio.

E la marea ha fatto anche un vittima, un uomo di 68 anni che è morto folgorato da una scarica elettrica per un corto circuito causato dall’acqua che aveva invaso la sua casa di Pellestrina, la striscia di terra che delimita la laguna, nei pressi di Chioggia: stava manovrando una elettropompa per risucchiare l’acqua che aveva invaso la sua abitazione. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori sanitari del Suem, giunti subito sul posto.

Continua a leggere su https://www.agi.it/cronaca/venezia_acqua_alta-6537068/news/2019-11-13/


In questo articolo: