Abusi edilizi, Contini assolto “per non aver commesso il fatto”

Assolto in appello anche l’ex calciatore  Ricciotti Greatti

Assolto per non aver commesso il fatto: questa mattina la Corte d’Appello di Cagliari ha ribaltato il giudizio di primo grado che aveva visto il sindaco di Quartu Sant’Elena, Mauro Contini, condannato assieme a Ricciotti Greatti, il centrocampista del Cagliari dello scudetto, per un presunto abuso edilizio risalente al 2008. All’epoca Contini svolgeva la professione di geometra e si era occupato della ristrutturazione della casa dell’ex calciatore, anch’esso assolto oggi.

Nel 2013 il Tribunale di Cagliari aveva giudicato Contini (direttore dei lavori) e Greatti (committente) responsabili di una presunta violazione del Codice Urbani, testo che regola gli interventi nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico. Quel reato urbanistico, secondo quanto stabilito oggi dai magistrati, non solo non sussiste ma, se anche sussistesse, non sarebbe stato commesso da Mauro Contini in quanto l’eventuale abuso era preesistente ai lavori eseguiti nell’occasione: questo il senso della motivazione della sentenza assolutoria letta in aula. «Fin dal primo momento avevo ritenuto che il processo e la condanna fossero frutto di un errore macroscopico» commenta il sindaco Contini. «Sono lieto che, a distanza di sette anni dai fatti contestati, i magistrati alla fine abbiano pienamente riconosciuto le mie ragioni e la totale infondatezza delle accuse».


In questo articolo: