Abbanoa, fine del blitz del Movimento per la casa: “Pronti a nuove battaglie”

È finita dopo circa due ore l’occupazione, da parte di una trentina di persone del “Movimento per la casa Casteddu”. Il blitz non autorizzato è stato fatto terminare da polizia e carabinieri: “La lotta è il giusto dialogo con Abbanoa”. GUARDATE il VIDEO

Di Paolo Rapeanu

Finisce dopo circa due ore il blitz, compiuto da un gruppo di attivisti del “Movimento per la casa Casteddu”, negli uffici di via Is Cornalias di Abbanoa. Il motivo della protesta era legato al tentativo, compiuto da alcuni tecnici del gestore idrico, di slacciare l’acqua dalla palazzina occupata di via Bainsizza, non andato a buon fine a causa delle barricate fatte dagli abitanti. Quattro giorni dopo, lo “scambio di visite” si è compiuto: una trentina di attivisti delò “Movimento lotta per la casa Casteddu”, supportati da alcuni residenti della palazzina, hanno portato striscioni e hanno protestato dentro gli uffici di Abbanoa.

Sul posto sono arrivate le Forze dell’ordine e, alla fine, l’occupazione è terminata. Gli attivisti hanno lasciato un volantino, nel quale si legge che “togliere l’acqua a chi occupa o non può pagarla sa tanto di assedio ai castelli medievali. Contestiamo Abbanoa in quanto cerca di prendere per sete, in accordo con Comune ed istituzioni, chi occupa le case e chi non si può permettere le sue bollette. Resistiamo perché crediamo che il dialogo giusto sia quello della lotta”.