“A Villaspeciosa multe per chi è senza mascherina, la vita non è un videogioco”

Il sindaco Gianluca Melis tuona: “L’utilizzo è obbligatorio, ordinerò ai vigili di sanzionare chi non ce l’ha. Forse qualcuno pensa che sia un videogioco e non vita reale” 

Mascherine “obbligatorie” per qualunque tipo di attività, a Villaspeciosa. A dirlo è il sindaco Gianluca Melis, dopo aver ricevuto varie segnalazioni di cittadini che si sono lamentati del fatto che, in molti, vanno in giro per il paese a volto scoperto. E c’è anche chi, soprattutto tra i giovani, non rispetta le distanze: “A me non sembra normale tutto questo, soprattutto dopo mesi di sacrifici e restrizioni. A me sembra normale che le persone prendano consapevolezza che ciò che ci è capitato, che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo, non è un videogame ma è vita reale”, afferma Melis.
“Io spero vivamente che l’intelligenza delle persone prevalga sulla superficialità (mi sento dolce). Vi ricordo che l’utilizzo della mascherina all’interno dell’abitato e dell’agro era obbligatorio in base a un ordinanza sindacale, invito tutti, ribadisco tutti a rispettarlo per non incorrere in sanzioni da parte delle forze dell’ordine. Farò ordine di servizio specifico ai vigili urbani chiedendo di sanzionare chi è privo della mascherina e non rispetta distanziamento sociale. Poi non chiamatemi per dirmi ‘ma io…’. Grazie per l’attenzione e il rispetto di una regola basilare in questo periodo. Regola che salvaguarda se stessi e il prossimo. Se non si ha amore per se stessi abbiatelo almeno per il prossimo”.

In questo articolo: