A Scano di Montiferro via i nomi dei Savoia: “Verranno sostituiti con personalità locali”

Lo ha deciso ieri la giunta comunale, guidata dal sindaco Antonio Motzo: “La scelta amministrativa in questione è motivata e sostenuta da un’ampia storiografia che dimostra diffusamente come i Savoia agirono sempre e contro l’interesse del nostro popolo”

C’è un comune in Sardegna che ha deciso di bandire dalla toponomastica i nomi delle strade dedicate ai reali Savoia. E’ Scano di Montiferro, provincia di Oristano. La giunta comunale, guidata dal giovane Sindaco Antonio Flore Motzo, ha deliberato ieri pomeriggio. I nomi delle vie saranno sostituite con quelle di personalità locali, se possibile “in limba”.

A darne notizia lo stesso primo cittadino via Facebook: “il Corso Vittorio Emanuele III verrà modificato in Corso Padre Salvatore Pala,  Via Carlo Alberto diventerà  Via Antonio Giuseppe Trogu, il Largo Vittorio Emanuele II sarà Piazza Francesco Porcu, la Piazza Regina Elena verrà modificata in Carrela de Funtana,  la Piazza Umberto verrà modificata in Carrela de Putu.”

Le motivazioni? Le elenca Motzo: “La scelta amministrativa in questione è motivata e sostenuta da un’ampia storiografia che dimostra diffusamente come i Savoia agirono sempre e contro l’interesse del nostro popolo. Il governo repressivo e colonialista di Torino infatti comportò, tra il XVIII ed il XIX secolo, la devastazione dei villaggi contadini del Logudoro, ribellatisi al potere feudale, con il concomitante arresto e massacro dei suoi abitanti che null’altro chiedevano se non condizioni di vita più giuste ed umane. La rovina del patrimonio boschivo sardo, la spartizione della terra collettiva nelle mani di poche persone, con l’editto delle chiudende: questo fu il sanguinolento segno del passaggio dei piemontesi nella nostra Isola”.