“A Maracalagonis i nostri figli attendono l’inizio delle lezioni per strada accanto alle auto che sfrecciano”

Vietato attendere il suono della campanella nel piazzale interno dell’istituto di via Colombo, mamme furibonde: “Abbiamo protestato ma dalla dirigenza ci è stato risposto che non vogliono avere responsabilità per eventuali danni ai bambini. Fuori, però, in una strada senza marciapiedi, è molto più pericoloso”

I marciapiedi fuori dalla scuola primaria di via Colombo a Maracalagonis? “Non ci sono” e, attaccate alle mura delle case e dell’istituto scolastico, ci sono quasi sempre automobili parcheggiate. E i bambini che frequentano la scuola, “circa un centinaio, ci sono cinque classi”, non potrebbero attendere l’arrivo dei genitori nel piazzale interno. A denunciare il fatto è la mamma di un bimbo che frequenta la seconda elementare, Luciana Broi, che ha contattato la nostra redazione: “Siamo obbligati tutto il giorno a restare fuori dal cancello ad aspettare il suono della campana. Siamo letteralmente in mezzo alla strada, con il rischio che le macchine possano investirci”, dice la donna, “i vigili si vedono di rado e la dirigente non ci permette di entrare nel cortile della scuola perché loro non vogliono nessuna responsabilità se un bimbo nel cortile dovesse farsi male”.

 

 

 

Sia la Broi sia altri genitori hanno cercato di avere un incontro con i piani alti della scuola: “Sinora, però, non siamo stati ricevuti da nessuno”.


In questo articolo: