A Dolianova “I segreti delle cattedrali”

Protagonisti saranno cinque cori e il gruppo storico culturale “Memoriae Dolia Episcopatum” che offrirà uno spaccato di vita medievale con costumi e degustazione di pietanze dell’epoca

Dopo il felice esordio della scorsa settimana nella Cattedrale di San Pietro di Sorres, a Borutta, la rassegna “I segreti delle cattedrali”, organizzata dall’associazione Incontri Musicali, si sposta a Dolianova (Ca).

L’appuntamento è per domani, venerdì 15 maggio alle 20: nella suggestiva Chiesa di San Pantaleo sarà proposto un percorso alla riscoperta della cattedrale che intreccerà storia, esoterismo, musica e architettura.

Dopo un itinerario che racconterà la storia e le caratteristiche della chiesa, ci si immergerà in un percorso musicale che vedrà protagonisti il Coro Collegium Kalaritanum di Cagliari, diretto da Giacomo Medas, il coro Jubilate, di Cagliari, diretto da Alicia Gibelli, il gruppo vocale Cantigos di Quartu Sant’Elena, diretto da Barbara Mostallino, l’Associazione musicale polifonica quartese (diretta da Adriano Atzori), e il coro Laeti Cantoris di Cagliari, guidato da Giovanni Schirra.

Anche stavolta non mancherà un balzo indietro nella storia, con gli intramezzi teatrali che porteranno la basilica, e insieme a essa gli spettatori, nel Medioevo: si infittisce il giallo portato in scena dall’attore Mariano Cirina, nei panni di un misterioso investigatore del XIII secolo chiamato a far luce su un’intricata vicenda che accompagnerà tutta la rassegna.

L’appuntamento di domani sarà arricchito anche dalle musiche suonate all’arpa da Elena Matta e dalla ricostruzione di scene di vita medievali, con tanto di costumi dell’epoca e degustazione di pietanze del tempo, a cura del gruppo storico culturale “Memoriae Dolia Episcopatum”.

La rassegna “I segreti delle cattedrali”, ideata in occasione dei 25 anni della Federazione regionale sarda associazioni corali (Fersaco), sino al 30 maggio propone un viaggio alla riscoperta di quattro cattedrali romaniche disseminate dal nord al sud della Sardegna in un percorso che unisce storia, esoterismo, musica, teatro e architettura. Ogni tappa ha protagonisti cinque diversi cori polifonici e vede dipanarsi una misteriosa storia ambientata nel XIII secolo.

La direzione artistica della manifestazione è di Giacomo Medas. La parte teatrale è scritta, diretta e interpretata da Mariano Cirina, con la partecipazione di Pierpaolo Peralta e Giovanni Frau.

I segreti delle cattedrali è realizzato con il contributo di: Regione Autonoma della Sardegna- Assessorato al Turismo. Con il patrocinio dei comuni di: Borutta, Dolianova, Ozieri e Santa Giusta.