A chi non piace la burrida cagliaritana? Ecco come servirla al meglio

Le ricette di Casteddu Online: oggi tocca alla squisita burrida di gattuccio

La Burrida di Gattuccio

Per 100g 392 kcal 62,10 P 3,00 G 11,40 L la Burrida fa parte dell elenco dei piatti che fanno parte della tradizione della sardegna riconosciuta dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.. Un piatto che è sempre stato presente nelle tavole dei pescatori cagliaritani. La ricetta della Burrida dona ad un pesce poco pregiato come il gattuccio un gusto prelibato e unico. La Burrida va servita fredda è un ottimo piatto come antipasto o come secondo . Ingredienti per 6 persone 1,50 kg di gattuccio di mare già spellati 80 g di noci sgusciate e tritate 1 spicchio di aglio 1 cipolla bianca media (circa 100 g) 3-4 cucchiai di Olio extra vergine di oliva fruttato 30 cl aceto bianco 3-4 foglie di alloro 2 pizzichi di sale Preparazione Eliminare la testa e la parte terminale della coda dei gattucci. Eviscerare il pesce mettendo da parte i fegatini e lavarlo bene. In una pentola capiente portare ad ebollizione dell’acqua con l’aggiunta di sale, unire il pesce tagliato a tocchetti di circa 4/5 cm di lunghezza. Quando l’acqua riprende a bollire ed il gattuccio ha cambiato colore, si scola e si lascia raffreddare. In un tegame versare l’olio extra vergine di oliva, aggiungere la cipolla tritata, far dorare e aggiungere i fegatini dei pesci sminuzzati, lasciar soffriggere qualche minuto, aggiungendo il sale. Unire le noci, l’aglio intero e l’aceto e far cuocere a fuoco lento per circa 8/10 minuti. In una capace terrina dai bordi non troppo alti disporre i tocchetti di pesce lessati senza sovrapporli e guarnendo con le foglie di alloro, ricoprirli con la salsa ancora ben calda. La burrida dovrà essere tenuta al fresco (non in frigo) senza essere rimestata per almeno 24 ore prima di essere consumata. (a cura di www.menutrix.it)


In questo articolo: