“A Cagliari tanti giovani positivi, numeri in aumento: i controlli agli arrivi sono giusti”

Contagi in aumento in città, soprattutto tra gli under 40. Il sindaco Truzzu sposa la linea del presidente Solinas: “Più controlli per ridurre i rischi. Perchè tutti devono fare il tampone per un concorso pubblico e chi viene nella nostra Isola da altre località no?”

“I numeri stanno salendo, la novità è che la maggior parte dei positivi sono i giovani, gli under 40”. A dirlo è il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, che torna sul tema dell’aumento dei contagi da Covid in città, con la variante Delta che crea sempre più preoccupazione. E il primo cittadino, nel rimarcare che “il lato positivo della situazione è che non aumentano, per ora, i ricoveri in maniera vertiginosa”, è d’accordo con la linea del presidente della Regione Christian Solinas, prossimo a firmare l’ordinanza che ristabilisce i controlli con il tampone nei porti e negli aeroporti sardi: “È giusto fare controlli, più ne facciamo più abbiamo la possibilità di ridurre il rischio di contagio”, osserva il sindaco. Che fa un paragone: “La settimana prossima iniziamo i concorsi al Comune, tutti i candidati dovranno presentarsi con un tampone”, ovviamente negativo, “fatto 48 ore prima. Perchè per fare un concorso è obbligatorio e per venire nella nostra isola da un’altra località, invece, no?”. Tra poche ore, questa differenza non ci sarà più.

 

E, in piena estate 2021, il sindaco di Cagliari lancia l’ennesimo appello alla popolazione: “Utilizzate la testa, non rinunciate a divertirvi ma senza ammassarvi e utilizzando le precauzioni per evitare un’esplosione di contagi”