A Cagliari il convegno internazionale “Sorelle e Sorellanza”

Da Antigone a Jane Austen, da Cenerentola a Grazia Deledda: il rapporto tra sorelle nella letteratura e nelle arti

Le sorelle di Cenerentola erano davvero malvagie? Come sono state rappresentate nella letteratura, nell’arte, nelle fiabe, nel cinema, le sorelle o le donne unite da un rapporto di sorellanza spirituale, elettiva, politica? Come è stato affrontato dalla psicanalisi il rapporto sororale? 

A queste e a molte altre domande cercheranno di dare una risposta le studiose e gli studiosi provenienti da numerose università italiane (Federico II di Napoli, Genova, Roma “Sapienza”, Parma) ma anche da Londra e da Washington che si riuniranno a Cagliari il 24 e 25 novembre (in coincidenza con la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne) per il convegno internazionale “Sorelle e sorellanza. Il rapporto sororale nella letteratura e nelle arti”. 

I lavori cominceranno – giovedì 24 novembre alle 10 nella Facoltà di Studi umanistici (a Sa Duchessa) con la presentazione del gruppo di ricerca delle università di Cagliari e Sassari (progetto finanziato dalla Regione Sardegna L.R.7/2007, sotto la direzione scientifica di Monica Farnetti e Marina Guglielmi) per aprire poi alle voci nazionali e internazionali. 

Si parlerà di testi e opere che spaziano dall’Antigone di Sofocle a Jane Austen, dalla Divina Commedia a Elena Ferrante, da Cenerentola a Grazia Deledda, da Marie de France alle rimatrici del Cinquecento, senza trascurare gli studi femministi, il cinema, gli apporti junghiani e le più recenti esposizioni d’arte al femminile del Tate Modern di Londra. I lavori si svolgeranno nella giornata del 24 novembre nell’aula magna della Facoltà di studi umanistici e il 25 mattina nella sala convegni dell’Exma.


In questo articolo: