“A Cagliari c’è un disegno: fare la guerra alle auto in città per favorire i centri commerciali dell’hinterland”

L’accusa è di Giuseppe Farris, candidato alle prossime comunali alla guida di una lista civica: “Alle porte del capoluogo nell’ area ex Fas a Elmas, sta per nascere il più grande polo commerciale della Sardegna a preoccuparmi maggiormente sono gli effetti devastanti che avrà sulle attività commerciali cagliaritane”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un disegno chiaro. Colpire le auto in città per favorire la grande distribuzione nell’hinterland. L’accusa è di Giuseppe Farris, candidato alle prossime comunali alla guida di una lista civica. “Nel silenzio della politica comunale e della città metropolitana, tanto di centrodestra quanto di centrosinistra, mentre prosegue l’operazione di privatizzazione dell’aeroporto di Elmas, alle porte di Cagliari, nell’ area ex Fas, sta per nascere il più grande polo commerciale della Sardegna”, accusa Farris, “al di là delle pur rilevanti questioni connesse all’impatto che avrà sul traffico di un’asse viario strategico (siccome conduce all’ aeroporto), a preoccuparmi maggiormente sono gli effetti devastanti che avrà sulle attività commerciali della città.

La sensazione”, aggiunge, “è che si stia portando a compimento un disegno, iniziato con la guerra alle automobili che, di fatto, non possono più circolare a Cagliari e che si stanno dirottando, attraverso la creazione di nuovi luoghi di attrazione, verso l’hinterland.

Chissà”, conclude, “cosa ne pensa Massimo Zedda. Post scriptum: Al Presidente della Camera di Commercio è pure riconducibile la società proprietaria dell’ area ex Fas.