A Bari Sardo “Adotta un Nuraghe – Arts Festival”

La manifestazione prevede una visita guidata al monumento archeologico Nuraghe Sellersu

Martedì 13 Agosto primo evento di “Adotta un nuraghe – Arts Festival” presso il sito archeologico di Nuraghe Sellersu nel territorio Comunale di Bari Sardo. Sullo sfondo la splendida cornice della baia di Cea. L’organizzazione è a cura di APS Agugliastra.it e Scuola Civica di Musica per l’Ogliastra con il contributo del Comune di Bari Sardo. “Adotta un nuraghe – Arts Festival” nasce dalla volontà di valorizzare e promuovere con eventi artistici gli spazi resi fruibili attraverso la manifestazione parallela Adotta un nuraghe ideata e promossa da APS Agugliastra.it che vanta diversi siti ripristinati in Ogliastra. 

La manifestazione di Martedì 13 Agosto prevede, a partire dalle ore 19, una visita guidata al monumento archeologico Nuraghe Sellersu con l’archeologo Michele Castoldi anche attraverso i cartelli illustrativi che sono stati recentemente posizionati a seguito dell’evento “Adotta un Nuraghe” di cui l’APS Agugliastra.it è promotrice.

Di seguito a partire dalle ore 20:30, è previsto lo spettacolo musicale e teatrale “Conchiattu” del gruppo Ludu. L’omaggio artistico all’opera del poeta oristanese Salvatore Baldino “Sa Giorronnada ‘e Conchiattu” è prodotto e realizzato da Diego Deidda  e Lorenzo Lepori. Il singolare racconto della giornata di Conchiattu accompagna il nostro personaggio tra ambienti lirici e sognanti, incontri animaleschi e divini, fino a condurlo a situazioni di turbamento e patimento, ma anche di sublimazione. Una narrazione inusuale, che vede compenetrarsi in maniera paritaria parola, suono, gesto e rumore, offrendo all’ascoltatore i quadri sonori di questa giornata interminabile. Si consiglia ad ognuno di portare con se una torcia e una stuoia per sedersi.

L’omaggio del gruppo Ludu al poeta oristanese Salvatore Baldino rappresenta un’importante occasione per avvicinare i giovani al patrimonio culturale sardo. Il cantante Diego Deidda e il chitarrista Lorenzo Lepori, nel 2017 hanno deciso di intraprendere un percorso artistico che vede coinvolte la composizione musicale e il linguaggio teatrale. Uno degli obiettivi di Ludu è quello di emancipare la lingua sarda dai suoi contesti folcloristici ed elevarla a veicolo autonomo di idee, in grado di misurarsi con le soluzioni musicali e teatrali della nostra epoca.

Quella di Bari Sardo è una delle tappe del tour di presentazione del disco “Conchiattu”. La nuova pubblicazione di Ludu contiene 24 tracce che uniscono musica, narrazione e recitazione. Alla chitarra di Lorenzo Lepori e alla voce di Diego Deidda si aggiungono importanti collaborazioni, in primis Antonello Salis alla fisarmonica, musicista sardo noto nel panorama jazz internazionale. Hanno partecipato inoltre Sabrina Coda (sax), Giorgia Capovivo (trombone), Alberto Coda (batteria), Massimo Cadeddu (basso), Simone Pistis (scacciapensieri e armonica) e Federico “Ciaccio” Casu (rumori). Le registrazioni, il mixaggio e il mastering del disco sono stati curati da Lorenzo Lepori.


In questo articolo: