4 maggio, la fase due: quasi certamente non sarà necessaria l’autocertificazione per spostarsi tra i Comuni e in città

LA NOVITA’ IMPORTANTE, ADDIO CERTIFICATI?- In tema di spostamenti dal 4 maggio sarà probabilmente necessaria l’autocertificazione solo per gli spostamenti tra una Regione e l’altra e non servirà invece per uscire e muoversi all’interno dei Comuni e della stessa Regione

In tema di spostamenti dal 4 maggio sarà probabilmente necessaria l’autocertificazione solo per gli spostamenti tra una Regione e l’altra e non servirà invece per uscire e muoversi all’interno dei Comuni e della stessa Regione. È questa l’ipotesi allo studio del governo in vista della fase 2. Lo scrive nei dettagli oggi il nostro giornale partner Quotidiano.net: “Con riferimento specifico alla ripartenza graduale, Brusaferro ha sottolineato: “Bisogna riorganizzarsi, anche nella vita quotidiana. Ci si può muovere, ma rispettando rigorosamente alcune regole. Si potrà andare al parco, ma non fare feste in sintesi. Noi ci immaginiamo che il Paese progressivamente riprenda delle attività, secondo una logica di grande prudenza ma anche di inesorabilità. L’idea è: apriamo attività produttive, commerciali, una mobilità a supporto, e vediamo se riusciamo a mantenere questi numeri. Andiamo progressivamente ad articolare una nostra vita che certamente non sarà come a Natale, fino a quando non avremo terapie, ma soprattutto il vaccino”.


In questo articolo: