2 Ori, 4 argenti e 7 bronzi per la delegazione sarda alla coppa del Mondo di Taekwon-Do-Do ITF

2 Ori, 4 argenti e 7 bronzi per la delegazione sarda alla coppa del Mondo di Taekwon-Do-Do ITF.

Si è svolta a Koper, in Slovenia, dal 2 al 9 Ottobre, la Coppa del Mondo di Taekwon-Do ITF.  In calendario per il 2020 e rinviata a causa del Covid, ha visto la partecipazione di 1304 atleti provenienti da 52 nazioni.
Presente alla competizione mondiale per club anche la scuola Taekwon-Do Sardegna, guidata dai maestri Silvia Farigu e Christian Oriolani che con una buona prestazione portano a casa 2 medaglie d’Oro, 4 d’argento e 7 di bronzo.
Il team sardo ha inoltre avuto l’opportunità di esibirsi durante la cerimonia di apertura, davanti ai principali esponenti della federazione internazionale e ai team presenti.
La prima medaglia d’oro è stata conquistata nelle forme a squadre, categoria cadetti cinture nere, con Nicola Dessì, Mattias Caboni, Matteo Piras, Filippo Mascia e Mattia Orrù che si impongono in finale sulla delegazione uzbeka.
Sempre nella prima giornata di gara arriva anche l’oro di Delia Sinis nelle forme cinture rosse, +36anni.
Medaglia d’argento per la squadra di combattimento tradizionale, cinture nere cadetti, composta da Mattias Caboni e Matteo Piras; Argento anche per Lucia Bullita nella categoria forme cinture rosse +46 anni.
Finale tiratissima per la squadra senior cinture nere che perde di pochissimo contro il team malese. Argento quindi per Giacomo Danese, Nicola Zanda, Pierluigi Tatti, Maurizio Lai e Stefano Pilloni. 
Nella categoria femminile forme maestri , argento per Silvia Farigu e bronzo per Veronica Placido che anche in questa occasione si riconfermano tra le atlete più forti al mondo.
Un bronzo che vale oro anche nel combattimento tradizionale senior con Veronica Placido e Maurizio Lai che con un esercizio molto complesso si classificano dietro a Spagna e Argentina.
Nella categoria veteran ,da ammirare la prestazione di Gabriella Farigu, alla sua prima esperienza internazionale che, a 69 anni, porta a casa una medaglia di bronzo nella categoria +46 .
Terzo posto per Mattia Orrù nella categoria forme cadetti, che dopo l’oro a squadre supera i rappresentanti di Israele, Uzbekistan, Germania e Cile e viene eliminato dall’atleta bulgaro poi campione della categoria.
Nel combattimento bronzo per Stefano Cadelano nella categoria junior -55 kg e per Eleonora Cancedda nella categoria senior -55 kg.
Pur non arrivando a medaglia mostrano una buona preparazione anche Tomaso Patteri, Filippo Massa, Michele Pagani, Federico Zanda, Marcello Mereu, Mattia Casu, Marco Mereu, Fabrizio Muru, Elisa Cadoni, Matthya Cabras, Giovanni Vitiello e Karen Caboni.
Soddisfatti i tecnici alla guida della delegazione che hanno riscontrato grande impegno e buone prestazioni da parte di tutti gli atleti in gara.

Italia che chiude al 10mo posto nella classifica per nazioni e il team sardo che ancora una volta dimostra grandi qualità tecniche.


In questo articolo: