Villacidro, nell’azienda lavorano 3 persone senza contratto: maxi multa all’imprenditore furbetto

Ennesimo caso di caporalato in Sardegna, a finire nei guai è un 51enne titolare di un'azienda che vende legna da ardere. I carabinieri trovano 3 persone, due delle quali straniere, intente a lavorare ma senza contratto: scatta sanzione da capogiro



Ennesimo caso di caporalato in Sardegna, stavolta a finire nei guai è il titolare di un’azienda che vende legna da ardere a Villacidro, un 51enne, che stava facendo lavorare tre persone senza lo straccio di un contratto. Alle sue dipendenze i carabinieri hanno trovato un sardo e due ghanesi, tutti irregolari. Il blitz dei militari, insieme ai funzionari dell’Ispettorato del Lavoro ed ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cagliari, nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto del fenomeno del caporalato, è avvenuto in località “Nuraxi”.

È scattata una maxi multa da 9mila euro, oltre alla sospensione dell’attività.

Ultima modifica: 10 novembre 2018

In questo articolo