Via Mameli, 15 gatti in un balcone: condominio in rivolta per la puzza

Le famiglie chiamano la Asl: "La puzza provocata da tutti questi gatti è insopportabile"



Quindici gatti che vivono in un balcone al primo piano, e un intero condominio in rivolta a causa della puzza. Succede in un palazzo di via Mameli, dove diverse famiglie hanno chiesto l’intervento della Asl, ma dopo un sopralluogo tutto tace. “La puzza è diventata insopportabile – protestano i vicini di casa del proprietario dei gatti – e nessuno interviene per risolvere un caso limite che è diventato il problema di tanti condomini”.

In tutto sono 15 i gatti che vivono al momento nel balcone del primo piano del palazzo. “Ma stanno aumentando a dismisura – precisa uno dei vicini di casa –  Tutti questi gatti migrano nella sottostante tettoia dove vanno a fare i bisogni: l’odore è insopportabile tanto da costringere tanti condomini a tenere chiuse porte e finestre delle abitazioni che si affacciano alla tettoia. È stato già comunicato al capo condomino, il quale ha informato la Asl ma, nonostante il sopralluogo, il problema persiste nell’indifferenza generale”.

Ultima modifica: 21 June 2017

In questo articolo