Su Pallosu, a lezione con i gatti marini

Studenti della Facoltà di Veterinaria dell'Università di Sassari in visita nel “Luogo del Cuore” della Sardegna



Lezione Universitaria a Su Pallosu ieri pomeriggio, con i 59 gatti marini della secolare colonia felina.

Per il terzo anno consecutivo un gruppo di 30 studenti dell’Università di Sassari, Facoltà di Veterinaria, con il docente del corso di Alimentazione Animale, Walter Pinna hanno effettuato visita e lezione nell’oasi sita nella marina di San Vero Milis, in provincia di Oristano.

 

Tra i protagonisti della lezione di Su Pallosu la dottoressa Monica Pais accompagnata dall’equipe della Clinica Duemari di Oristano, composta da Efisiangelo Contu, Maurizio Lilliu e Stefania Uccheddu. Numerosi i consigli della dottoressa Pais ai futuri medici veterinari. Particolare attenzione del suo intervento è stata dedicata alla prevenzione delle malattie in relazione all’alimentazione dei gatti.

59 gatti, 22 maschi, 37 femmine, tutti schedato, vaccinati, sterilizzati i felini di Su Pallosu sono stati divisi in base al loro comportamento territoriale. Pure essendo tutti stanziali 9 di loro hanno un’area di pertinenza maggiore rispetto agli altri che arriva sino alle vicine spiagge di Sa Mesa Longa e Sa Marigosa. 57 i gatti sterilizzati, decine le operazioni chirurgiche eseguite; una gestione quella di Su Pallosu completamente autogestita e autofinanziata che non ha mai goduto di alcun aiuto pubblico.

Il Presidente dell’Associazione Culturale Amici di Su Pallosu, Andrea Atzori, insieme a Irina Albu e Marisa Murru, gestori dell’oasi privata di Su Pallosu, ha ricordato le cifre generali relative alle colonie feline.22.000 sono quelle riconosciute in Italia e appena un centinaio di queste in Sardegna, chiedendo anche ad Università e futuri professionisti un sostegno per incrementare quello che è oggi unico vero strumento di prevenzione del randagismo felino e del benessere animale. Secondo le norme esistenti infatti il riconoscimento delle colonie feline è utile alla sterilizzazione dei gatti attraverso l’azione delle Asl, felini che poi vengono reimmessi in libertà sotto il controllo dei gattari. Nessun impegno economico è dovuto da parte dei comuni che in alcuni casi hanno utilizzato questa falsa scusante per negare il riconoscimento delle colonie feline. Da Su Pallosu è arrivato dunque ieri un invito corale a tutte le amministrazioni locali della Sardegna affinché diano seguito alle richieste dei gattari per il riconoscimento di tutte le colonie feline per le quali viene presentata domanda.

 

Al termine della visita-lezioni studenti e professori hanno votato per Su Pallosu Luogo del Cuore, nel Censimento del FAI, Fondo Ambiente Italiano. Spiaggia e Colonia Felina di Su Pallosu hanno superato i 5.000 (cinquemila ) voti primo posto per la Sardegna, primo posto nazionale per la tipologia della Costa/Area Marina, terzo nazionle per la classifica dei voti on line e quindicesimo posto assoluto nazionale, che somma tutti i voti (on line e cartacei).

Tutti possono votare sino al 30 novembre Su Pallosu Luogo del Cuore nel Censimento del FAI, on line a questo linkhttp://iluoghidelcuore.it/luoghi/oristano/san-vero-milis/spiaggia-e-colonia-felina-su-pallosu/21118

Ultima modifica: 22 giugno 2017

In questo articolo