Sardegnasecondote.it, Cappellacci lancia la democrazia partecipata sarda

Anche in Sardegna arriva un esempio di democrazia partecipata, che consente di avvicinare le decisioni politiche ai cittadini. Nasce "Sardegna secondo te", la piattaforma di e-democracy della Regione Sardegna, attiva da oggi. "Uno spazio di incontro ...

Autore: Federica Lai il 17/06/2013 12:15


Sardegnasecondote.it, Cappellacci lancia la democrazia partecipata sarda

Anche in Sardegna arriva un esempio di democrazia partecipata, che consente di avvicinare le decisioni politiche ai cittadini. Nasce "Sardegna secondo te", la piattaforma di e-democracy della Regione Sardegna, attiva da oggi. "Uno spazio di incontro - spiega il presidente della Regione, Ugo Cappellacci - creato per facilitare la partecipazione e collaborazione dei cittadini che vogliono contribuire alla vita politica, esprimendo le proprie idee sui temi strategici per lo sviluppo e la crescita dell'isola". Il sito di riferimento è www.sardegnasecondote.it: qui i cittadini potranno informarsi e farsi un'opinione sui temi che via via verranno proposti attraverso la lettura di testi di approfondimento e la consultazione della normativa. Firmare una petizione per sostenere idee e progetti, oppure discutere e interagire con altri utenti. I primi temi su cui i cittadini sono chiamati a confrontarsi sul sito, on line da oggi 17 giugno, sono quelli della Zona Franca e della Flotta Sarda. Proprio su quest'ultimo argomento verterà l'incontro di domani a Bruxelles. "La speranza della flotta sarda non è stata mai abbandonata - precisa Cappellacci - e l'incontro di domani è decisivo. Da oggi parte il riferimento on line per sostenere il progetto in sede europea. E questo finesettimana è previsto un incontro con il ministro Lupi, sempre sulla questione trasporti marittimi".