C'era una volta Armando Ponte: la rivolta social dei sardi lo "oscura"

C'era una volta Armando Ponte: dopo una vera e propria rivolta social dei sardi ai suoi insulti, il sedicente avvocato romano ha chiuso il suo profilo Fb. Letteralmente tempestato di segnalazioni di protesta, potrebbe infatti essere stato lui stesso a "spegnerlo"

Autore: Redazione Casteddu Online il 17/07/2017 00:02



C'era una volta Armando Ponte: la rivolta social dei sardi lo "oscura"

C'era una volta Armando Ponte: dopo una vera e propria rivolta social dei sardi ai suoi insulti, il sedicente avvocato romano ha chiuso il suo profilo Fb. Letteralmente tempestato di segnalazioni di protesta, potrebbe infatti essere stato lui stesso a "spegnerlo". Resta il dubbio se si trattasse di una identità reale o del classico fake, ma gli itenti sardi di Fb si sono letteralmente indignati come non avveniva da tempo. Per il suo post della discordia: ""A parte il mare e il mirto alla Sardegna appiccherei il fuoco. Senza Canadair". Ponte affermava inoltre di trovarsi in Sardegna nella zona di Porto Cervo. Un turista romano che inneggiava ai piromani. 


TAGS:  armando ponte   sardegna