San Michele, i giovani imprenditori investono e battono i pregiudizi

La bellissima lettera aperta di Ileana Meloni; la donna che ha aperto una pasticceria artigianale nel cuore di San Michele. "Abbiamo deciso di investire aprendo piccole attività artigianali, noi piccoli imprenditori, giovani e non, che vogliono riqualificare un quartiere a detta di molti degradato e...



di Ileana Meloni, San Michele

Buongiorno, è da diversi anni a questa parte che leggo opinioni negative in continua crescita su uno dei quartieri più difficili e popolati di Cagliari. Il quartiere San Michele è quello dove vivo e lavoro da più di 20 anni. E nel quale io come tanti altri Abbiamo deciso di investire aprendo piccole attività artigianali, noi piccoli imprenditori, giovani e non, che vogliono riqualificare un quartiere a detta di molti degradato e con alto tasso di criminalità. Bisognerebbe fare più luce e guardare più da vicino tutte quelle realtà di artigianato di qualità site nella via principale. Sartorie, Ciabattini, Studi Fotografici, Enogastronomie e io stessa ho investito in una piccola pasticceria Artigianale. Se si entra in questi posti si vede la qualità unita all’esperienza e alla raffinatezza che in molti in quartieri più “blasonati” non hanno.

Un recente esperimento sociale (2015) creato da una grande multinazionale fast Food http://www.oggi.it/cucina/news-cucina/2015/04/13/hamburger-di-mcdonalds-o-ricetta-da-chef-lesperimento-a-milano/ ha fatto luce su come la percezione della gente possa essere distorta da opinioni negative, luoghi comuni, e cattiva pubblicità e ovviamente può accadere il contrario! La qualità del prodotto offerto può essere eccelsa ma se si continua a recepire il luogo come degradato non riusciremo mai a risollevarci. Io per prima ho investito con la mia famiglia, qui a Cagliari e in questo quartiere, con la speranza nel futuro di rivederlo fiorire. Ho letto vari articoli e commenti sugli studenti universitari che evitavano gli appartamenti nel rione , e tutti contribuivano a mettere in cattiva luce il quartiere. Vorrei con l’aiuto della vostra capacità comunicativa e del vostro giornale libero che arriva a tantissime persone, provare a cambiare almeno di un poco la percezione della gente riguardo San Michele. È vero che anche qui come in tanti quartieri ci sono realtà difficili, ma anche persone qualificate che lavorano per garantire qualità. Io sono certa che in futuro se uniamo e lottiamo insieme senza emigrare, il mio ed altri quartieri di Cagliari rifioriranno, per rendere la nostra città più bella, ricca , funzionale come è giusto che sia.

Ultima modifica: 28 giugno 2017

In questo articolo