Rubiu (Udc): “Senza risorse a rischio i servizi del 118 nel Sulcis”

Il grido d'allarme del capogruppo Udc Gianlugi Rubiu: "Il servizio di emergenza nella provincia di Iglesias a serio rischio per il taglio delle risorse"



<<Il servizio di emergenza nella provincia di Iglesias Carbonia continua a destare forti preoccupazioni. I timori sono prodotti dal taglio delle risorse per le attività del 118, che l’assessorato alla sanità sta operando attraverso la decurtazione dei fondi per il volontariato>>. E’ quanto rimarca il capogruppo regionale dell’Udc Gianluigi Rubiu sul mancato rinnovo delle convenzioni per il proseguimento dei servizi di soccorso sul territorio. <<I volontari, pur con risorse ormai ridotte al lumicino, riescono a sopperire e sostituire la voragine determinata dalla sanità pubblica, che si rivela sempre più carente e lacunosa – prosegue il rappresentante dei centristi – Riteniamo assurdo che si metta in discussione il ruolo svolto sinora dalle associazioni di volontariato, con il mancato rinnovo delle intese per la programmazione dei servizi di soccorso>>. Il risultato è il rischio di porre fine alle attività del 118 ancora prima dell’avvio della stagione estiva. Il pericolo che aleggia sul sistema sanitario del Sulcis Iglesiente ha portato a presentare un’interpellanza urgente: <<L’accordo quadro regionale che regolava i rapporti tra l’ azienda sanitaria locale e le associazioni di volontariato sparse sul territorio, una ventina di sodalizi con un esercito di volontari, è scaduto da tempo e la convenzione risulta prorogata sino a giugno – sottolinea Rubiu – Sinora c’è stato un silenzio assordante alle richieste di sostegno degli stati generali del 118>>. Regna l’incertezza più totale sul futuro della macchina dei volontari, che assicura interventi rapidi e tempestivi sul distretto del Sulcis Iglesiente. <<Si tenga presente – conclude Rubiu – che l’universo del volontariato svolge è diventato un punto di riferimento sul territorio. C’è ora l’incognita legata al decollo della stagione estiva, con le autoambulanze che si troverebbero a stazionare nelle spiagge del territorio. Senza una strategia, con risorse sufficienti a porre rimedio all’inadeguatezza dei mezzi, sarebbe impossibile mettere in cantiere i servizi del 118. Auspichiamo un intervento dell’assessore Arru per mettere fine alle incertezze e garantire le risorse adeguate per l’attività di emergenza nel distretto sulcitano>>.
 
 
 
 
 
 
 
 

Ultima modifica: 28 June 2017

In questo articolo