Rossella Duville: il Tar da ragione ai giostrai per San Simplicio

Il presidente della Prima Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale di Cagliari, accoglie il ricorso dei legali della famiglia Duville sospendendo così la decisione del Comune di Olbia di escludere la ditta cagliaritana dalla graduatoria per l'assegnazione dell'area per la festa di San Simplicio



Clamoroso epilogo sulla diatriba dei giostrai della famiglia di Rossella Duville contro il Comune di Olbia. Questa mattina infatti, il Tar (Tribunale Amministrativo Regionale di Cagliari), ha decretato che “non sussistono violazioni gravi e ne definitamente accertate per aver escluso dalla graduatoria la ditta Duville per l’assegnazione finale dell’area prevista per la festa di San Simplicio”. In altre parole, la società di luna park di Cagliari Duville sarà riammessa alla graduatoria: i giudici amministrativi hanno accolto la richiesta dello studio legale associato degli avvocati Marcello Vignolo e Massimo Massa contro il Comune olbiese.

Così, esaminate le carte, c’è stata una sorta di colpo di scena insomma: la firma in calce del presidente della prima sezione del Tar, Caro Lucrezio Monticelli, sospende di fatto il provvedimento dell’ufficio Suolo Pubblico olbiese che aveva escluso la ditta Duville dall’assegnazione delle aree del parco Fausto Noce per i festeggiamenti del prossimo 15 maggio in onore appunto a San Simplicio. Prossima riunione collegiale della camera di consiglio rinviata il 10 maggio prossimo, ma la buona notizia è che i giostrai cagliaritani sono stati riammessi alla graduatoria: “Non avevamo dubbi – annuncia con serenità Rossella Duville – abbiamo sempre fatto le cose in buona fede e con assoluta professionalità, soprattutto ottenendo un punteggio superiore rispetto alla ditta concorrente locale, siamo soddisfatti quindi sull’esito del nostro ricorso”. 

I MOTIVI. La giovane cagliaritana, Rossella Duville, era decisa da subito a far valere le ragioni della sua azienda di famiglia, che da tanti anni ha un luna park: “Per 5 anni, a partire dal 2013 – dice Rossella Duville – la società Duville  ha partecipato alla gara d’appalto per l’area B del parco Fausto Noce, area destinata all’installazione del Luna Park, per il periodo dei festeggiamenti in onore a San Simplicio, maturando una certa esperienza e aggiudicandosi sempre per requisiti l’assegnazione dell’area, in cui si richiede la qualità del servizio offerto, anno di costruzione delle attrazioni, prezzo, durata della corsa, organizzazione di eventi e spettacoli all’interno dello stesso Luna Park, agevolazioni con biglietti omaggio e giornate dedicate alle categorie meno fortunate, della città di Olbia. Quest’anno, come gli anni passati, la nostra ditta si è aggiudicata il punteggio massimo (81,08) contro il punteggio nettamente inferiore della ditta “gallurese” concorrente (73,79).  Venerdì 14 Aprile, alle ore 15:30, sul sito del Comune di Olbia, viene pubblicata la graduatoria provvisoria che dice che siamo stati esclusi per un’irregolarità contributiva. Il Comune di Olbia – dice Rossella Duville – si riferisce alla Tares (tassa sui Rifiuti), di cui è in corso una trattativa per il conteggio esatto di questa tassa, considerato che ci viene conteggiato un importo calcolato sull’intera superficie dell’area e non su quella effettivamente occupata, senza esserci MAI stato notificato il mancato pagamento. Tuttavia, la legge secondo cui, un operatore economico è escluso dal partecipare ad un bando di gara, indica una grave insolvenza (definita grave se superire A 10.000,00 euro), che non è assolutamente quella in oggetto (corrispondente a 1.900,00€).  Articolo 80 D.lgs 50/2016 comma 4”. 

Ultima modifica: 28 June 2017

In questo articolo