Quartu, manutenzione del verde pubblico: siglato l’accordo per salvare i posti di lavoro

Stamattina nella Sala Giunta del Palazzo civico la firma sull’intesa. Saranno utilizzate tutte le risorse ricevuto dal Ministero per lo SPRAR. Il Sindaco Delunas: “Soddisfatti per aver ridato il sorriso ai lavoratori e garantito la riapertura dei parchi, tanto amati dai nostri cittadini”



 

Accordo raggiunto tra l’Amministrazione Comunale di Quartu e la FLAI CGIL per la conclusione della vertenza sul servizio di manutenzione del Verde pubblico cittadino. Alla presenza di una delegazione di lavoratori le parti hanno infatti firmato un accordo che prevede l’impegno dell’Amministrazione a garantire la continuità lavorativa degli occupati nel precedente appalto a partire dall’1 ottobre e sino al giugno 2020, grazie anche all’inserimento nei prossimi bandi della clausola sociale.

 

Stamattina nella Sala Giunta del Palazzo Municipale si sono riuniti l’Amministrazione Comunale di Quartu, nelle persone del Sindaco Stefano Delunas, del Vicesindaco Paolo Passino e degli Assessori all’Ambiente Tiziana Terrana e ai Lavori Pubblici Piero Piccoi, e l’organizzazione sindacale FLAI CGIL, nelle persone del Segretario Generale Regionale Anna Rita Poddesu e Segretario Territoriale di Cagliari Valentina Marci, nonché una delegazione dei lavoratori delle tre aziende impegnate nell’appalto precedente, Andrea Cogoni, Davide Vargiu e Marco Francini.

 

L’Amministrazione si è impegnata ad apportare una variazione di Bilancio affinché i fondi messi a disposizione grazie al trasferimento statale del Ministero degli Interni per le spese sostenute con fondi comunali per lo SPRAR, pari a € 96.500.00 (IVA compresa), già nella disponibilità dell’Ente, vengano spostati nel capitolo di Bilancio relativo all’esternalizzazione del servizio di manutenzione del Verde pubblico. Grazie a questi fondi verrà data continuità temporale al servizio nel mese di dicembre. Inoltre l’importo che scaturirà dal ribasso d’asta verrà destinato all’incremento delle risorse disponibili e quindi all’aumento del fondo su menzionato.

 

Sarà così garantita ai lavoratori la continuità temporale dall’1 ottobre 2018 al 31 dicembre 2018, cui farà seguito una successiva gara che interesserà il periodo compreso tra l’1 gennaio 2019 e il 30 giugno 2020. Nei bandi di cui sopra sarà ovviamente inserita la clausola sociale per la salvaguardia dei lavoratori già precedentemente occupati. La FLAI CGIL ha pertanto dichiarato terminato lo stato d’agitazione e il sit in davanti al Palazzo Comunale.

 

“Si è trattato di un periodo difficile ma siamo soddisfatti per essere riusciti a trovare i fondi necessari e a trovare un accordo che dia garanzie ai lavoratori in primis, che svolgono un servizio importantissimo per tutta la città. I quartesi hanno infatti dimostrato in questi giorni un grande senso di solidarietà e meritano di riavere presto i parchi aperti e funzionali come in passato. Mi preme sottolineare che l’impegno dell’Amministrazione nel progetto SPRAR, che già di per sé è un progetto virtuoso perché in grado di assicurare un’accoglienza di secondo livello, ha contribuito alla risoluzione di questa delicata e preoccupante vicenda. Auguro buon lavoro a tutti i ragazzi e alle rispettive famiglie”.

Ultima modifica: 13 settembre 2018

In questo articolo