Quartu, dichiarò il falso nelle indagini sulla morte di una ballerina russa: denunciato

Liudmila Volkova, ballerina russa, era stata trovata morta in un appartamento di Pitz'e Serra lo scorso 14 agosto



Denunciato a piede libero per aver dichiarato il falso nelle indagini scaturite dal ritrovamento del cadavere di Liudmila Volkova, ballerina russa, trovata senza vita in un’abitazione a Pitz’è Serra, a Quartu, lo scorso 15 agosto. Si tratta di un giovane sardo, di cui non sono state al momento rese note le generalità.

“Le indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Quartu Sant’Elena hanno, al momento, permesso di appurare come dietro alla morte accidentale della giovane russa vi sarebbe un fatto preveduto come delitto doloso dal codice penale, – spiegano un una nota i militari – tanto che l’ipotesi di reato per cui si procede è quella di morte come conseguenza di altro delitto”.

Le indagini sono tuttora in corso. Le dichiarazioni rese dalle numerose persone sentite dai carabinieri sono al vaglio dell’Autorità Giudiziaria

Ultima modifica: 14 novembre 2017

In questo articolo