Pioggia incubo in Sardegna, evacuate 49 persone a Uta nella notte: ecco tutte le strade chiuse

Nella notte in Sardegna sono riprese in modo intenso le precipitazioni e conseguentemente anche le criticità idrogeologiche ed idrauliche. Evacuate a Uta 49 persone, sei delle quali accolte nelle strutture comunali. L’emergenza ha raggiunto anche San Vito dove, a causa degli allagamenti, sono intervenuti i Vigili del fuoco per mettere in salvo due disabili e …



Nella notte in Sardegna sono riprese in modo intenso le precipitazioni e conseguentemente anche le criticità idrogeologiche ed idrauliche. Evacuate a Uta 49 persone, sei delle quali accolte nelle strutture comunali.
L’emergenza ha raggiunto anche San Vito dove, a causa degli allagamenti, sono intervenuti i Vigili del fuoco per mettere in salvo due disabili e per raggiungere tre persone rimaste isolate in campagna.
Questi gli ultimi aggiornamenti dalla Protezione Civile regionale. Il Ponte di ferro, tra San Vito e Muravera, è stato chiuso dopo che l’acqua ha superato i 4 metri di livello. Ceduto anche l’argine del Flumini Uri in agro di San Vito. Probabili, nelle prossime ore, scarichi a valle di lieve entità dalla diga del Cixerri, dove è stato raggiunto lo stato di preallerta.
Piogge intense anche nelle zone del Sulcis e nei territori dei comuni di Uta, Santadi e San Sperate.
Sono chiuse al traffico:
– La strada provinciale 4 Sestu-San Sperate e la Sestu-Assemini
– Nel Comune di Uta la strada provinciale n.1;
– La strada statale n.195 dal Km 9,0 al Km 11,0;
– Nel Comune di Capoterra la strada comunale dalla rotatoria sulla statale 195 al centro abitato;
– Nel Comune di Castiadas la strada provinciale n.20;
– La nuova statale 125 è interessata da allagamenti e smottamenti all’altezza di Costa Rei.
Sulla base della valutazione meteorologica si prevede un incremento delle criticità idrogeologiche ed idrauliche, in particolare sui versanti meridionali ed orientali dell’Isola.
Tutte le forze disponibili, e le squadre dei volontari, sono operative.

Ultima modifica: 11 ottobre 2018

In questo articolo