Maxi petizione: “Zedda, tutela i cani: vieta i botti di Capodanno”

Maxi petizione online per chiedere al sindaco di Cagliari di vietare i botti di Capodanno



Il sindaco di Cagliari Massimo Zedda, essendo di sinistra e ambientalista, non potrà che raccogliere questo appello contenuto in una petizione telematica che sta raccogliendo migliaia di adesioni: vietare i botti di capodanno, ma vietarli veramente questa volta senza limitarsi a un invito alla moderazione. “Chiediamo tutti a gran voce di vietare i botti di capodanno a Cagliari, pericolosi e spesso letali per tutti gli animali che li subiscono!”, si legge nell’appello promosso da Diego Melis. Già i sindaci di Assemini e Sassari lo hanno fatto, non abbiamo dubbi vista la sua sensibilità che anche Zedda farà un’ordinanza per proibire i petardi, anche nel quartiere di Sant’Elia. La petizione è firmabile a questo link: https://www.change.org/p/sindaco-di-cagliari-sindaco-zedda-dica-no-e-vieti-i-botti-di-capodanno-a-cagliari?recruiter=445294274&utm_campaign=signature_receipt_fb_dialog&utm_medium=facebook&utm_source=share_petition. Intanto Tiziano Cocco, animalista quartese, lancia un ulteriore appello: “Tanti comuni dell hinterland stanno vietando i botti di capodanno, visto il clima di guerra e il rumore delle bombe.. sarebbe bello quest’anno che tutti noi al posto di un botto accendiamo una lanterna rossa…
Spero che il sindaco di cagliari Massimo Zedda e il nostro sindaco di QuartuStefano Delunas vietino dentro la città questi botti dannosi per l uomo e sopratutto dannosi per i nostri amici a 4 zampe…”. Nella foto, la locandina di Assemini. 

Ultima modifica: 24 giugno 2017

In questo articolo