“Lo schifo della partenza in nave da Napoli a Cagliari: tre ore e mezzo in fila!”

Il racconto di una vera e propria odissea dell'avvocato Gianfranco Piscitelli, presidente di Penelope Sardegna: "Devo denunciare tutto il mio disappunto e SCHIFO per la partenza da Napoli per Cagliari: 3 ore e mezza per arrivare sotto la nave in file disordinate senza alcun controllo.... "



di Gianfranco Piscitelli, avvocato

Devo denunciare tutto il mio disappunto e SCHIFO per la partenza da Napoli per Cagliari: 3 ore e mezza per arrivare sotto la nave in file disordinate senza alcun controllo…. arrivato finalmente ai controlli dico chiaramente Cagliari e quando arrivo sotto la nave mi dicono che è la Palermo e danno degli idioti ai colleghi e mi fanno incanalare su altra coda che sotto la nave scopro essere per Catania…. mi dicono di scusarli perché sono stressati e mi accompagnano sino a quella per Cagliari…. è una nave con personale di imbarco che non capisce nulla di italiano e fa incastrare le macchine come capita…. esterrefatto salgo ma ero riuscito a trovare in internet solo una poltrona chiedo alla reception e ridono dicendomi che ci sono 1.300 persone e sono occupati anche i corridoi….. tento di andare in bagno e già prima della partenza (1 ora e dieci dopo il previsto) i bagni sono impraticabili: quelli non intasati con feci galleggianti necessitano di stivali da pesca per entrarci….. mi rifugio al Ristorante perché il self service sembrano le file periodo guerra…. per fortuna al Ristorante trovo i dipendenti Tirrenia che mi conoscono e mi sembra un’oasi nel deserto. Sono anche loro dispiaciutissimi e disorientati. Non voglio immaginare la traversata che mi aspetta. Tutta la mia comprensione ai migranti sui gommoni. Sono 20 anni che viaggio con Tirrenia e Moby ma caro Commissario Ettore Ricci con te queste cose non le ho mai vissute! Sarebbe il caso che i dirigenti capissero che i clienti non di una traversata estiva ma fidelizzati vanno protetti! Maggior controllo e professionalità e meno interesse venale a discapito della serietà acquisita che si distrugge in un attimo!!!”.

Ultima modifica: 5 agosto 2018

In questo articolo