Is Mirrionis, a teatro contro il gioco d’azzardo

L'arte contro la dipendenza del gioco d'azzardo: martedì 6  e mercoledì 7 dicembre nel teatro Sant'Eusebio a Cagliari.



 

L’arte contro la dipendenza da gioco d’azzardo: DOMANI (martedì 6 dicembre) e mercoledì 7 dicembre alle 11 nel Teatro Sant’Eusebio in via Quintino Sella a Cagliari – due recite straordinarie dello spettacolo “GAP” di e con Stefano Ledda nell’ambito del progetto “Is Mirrionis 2016 – Rovinarsi è un Gioco” a cura del Teatro del Segno, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Cagliari e della Presidenza del Consiglio Regionale della Sardegna e in collaborazione con la parrocchia di Sant’Eusebio, con l’Istituto Comprensivo Mulinu Becciu – Mameli – Ciusa di Cagliari, con il Dipartimento di Salute Mentale della ASL di Cagliari e con il CeDAC.

 

Un duplice appuntamento – realizzato in collaborazione con la Caritas e con il sostegno di Sardegna Solidale che vedrà protagonisti rispettivamente gli allievi dell’Istituto di Istruzione Superiore “De Sanctis-Deledda” e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Buccari-Marconi” di Cagliari – ed è significativo rispetto ai contenuti e alle finalità del progetto che si tratti di «una scuola che ha sede nel quartiere di Is Mirrionis e di una scuola “di frontiera”» come sottolinea Stefano Ledda – per affrontare un tema arduo e scottante come la diffusione del gioco d’azzardo patologico tra le suggestioni del palcoscenico e la fredda realtà dei numeri.

 

Dopo le tre matinées (mercoledì 30 novembre e giovedì 1 e venerdì 2 dicembre alle 11) dedicate agli studenti dell’Istituto Comprensivo Mulinu Becciu – Mameli – Ciusa e le recite straordinarie di DOMANI (martedì 6 dicembre) e mercoledì 7 dicembre alle 11 il sipario su “Is Mirrionis 2016 – Rovinarsi è un Gioco” – prima tranche del progetto regionale “Sardegna – Rovinarsi è un Gioco 2016-17” – si chiuderà venerdì 9 dicembre alle 21 al Teatro di Sant’Eusebio a Cagliari con la replica serale di “GAP” di e con Stefano Ledda e un incontro tra artisti e pubblico, in una serata-evento dedicata ai genitori degli studenti e al pubblico della parrocchia di Sant’Eusebio, ma anche a tutti gli spettatori di Cagliari e hinterland e in particolare ai sostenitori dell’iniziativa.

 

Fino a venerdì 9 dicembre prosegue infatti il crowdfunding per “Is Mirrionis 2016 – Rovinarsi è un Gioco”: acquistando un biglietto attraverso la piattaforma www.buonacausa.org (all’indirizzo: https://buonacausa.org/cause/ismirrionis2016-rovinarsieungioco) si attivano due quote-ragazzi e si sostiene così (senza costi aggiuntivi) il progetto per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico attraverso la sensibilizzazione e l’informazione delle giovani generazioni. Tutti i dettagli su www.teatrodelsegno.com .

 

 

 

Ultima modifica: 28 June 2017

In questo articolo