In bici con un ukulele per raccontare la Sardegna: il musicista Sebastiano Dessanay fa tappa a Sant’Antioco

Pedalata dopo pedalata, è partito da Nuoro a ottobre e arriverà a Cagliari come ultima tappa. Raccontare la Sardegna attraverso la musica. Questo è l'obiettivo di Sebastiano Dessanay, musicista cagliaritano



Raccontare la Sardegna attraverso la musica. Questo è l’obiettivo di Sebastiano Dessanay, musicista cagliaritano che si è preposto di attraversare tutta l’isola in bicicletta in 377 giorni visitando tutti i 377 centri sardi.

Oggi è a Sant’Antioco, dove è stato accolto dal sindaco Ignazio Locci e dall’assessore alla Cultura Rosalba Cossu e visiterà le coste, il MAB Museo archeologico Ferruccio Barreca, e altri luoghi di interesse. Questo progetto artistico denominato 377 è interamente dedicato alla Sardegna.

Pedalata dopo pedalata, è partito da Nuoro a ottobre e arriverà a Cagliari come ultima tappa. “Non importa quanto vicine o lontane possano essere – spiega l’artista – ogni giorno lo dedicherò a un comune e al suo territorio. Cosa ne verrà fuori? Un personalissimo ritratto della Sardegna a cavallo tra il 2018 e il 2019. Illustrissimi uomini di cultura lo hanno fatto prima di me, penso a La Maromora, Lawrence, Valery, attraverso diari, mappe, disegni. Io, compositore e contrabassista, racconterò la Sardegna con la musica: ogni giorno sarà segnato da un frammento sonoro, uno in ogni singolo comune. Io viaggerò soltanto con un ukulele, ma potrà anche succedere che il frammento del giorno includa un tale che fischietta, una canzone sentita al bar, un coro improvvisato, un organo in una chiesa, un pianoforte in una casa, una jam session con musicisti locali. Poi, per non perdere nulla di questa straordinaria avventura sarda, fatta di persone, paesaggi, temporali, racconti, incontri, bevute e solitudini, prenderò appunti su un blog giornaliero in forma di foto, video, frammenti musicali, cose che leggo o sento e penso e contributi esterni. Alla fine di tutto, comporrò insieme i frammenti musicali quotidiani in un disco dedicato alla Sardegna che ho visitato e che mi ha ispirato”. Questo progetto è stato interamente finanziato dall’artista che gode dell’aiuto di amici e appassionati che hanno messo a disposizione di Sebastiano Dessanay le attrezzature di cui necessita.

Ultima modifica: 9 gennaio 2019

In questo articolo