Il Pd punta su Zedda con l’occhiolino a Zuncheddu: no di Abate, per il Parlamento Andrea Frailis di Videolina

Per sfidare l'onda salviniana, la doppia scelta del Pd: Zedda e Frailis, così il centrosinistra in Sardegna punta alla risalita dopo gli anni di Pigliaru e Arru. Dopo i clamorosi no di Abate, Quaquero e Chessa, la quarta scelta del Pd per il Parlamento



Il Pd punta su Massimo Zedda con un occhiolino a Zuncheddu: no di Abate, il candidato è Andrea Frailis di Videolina. Per sfidare l’onda salviniana, la doppia scelta del Pd: Zedda e Frailis, così il centrosinistra in Sardegna punta alla risalita dopo gli anni di Pigliaru e Arru. Per le regionali il sindaco di Cagliari, per le suppletive al Parlamento del 20 gennaio il giornalista di Videolina che nel 2004 andò incontro a una sconfitta elettorale nelle fila dei Comunisti Italiani. La candidatura di Frailis, stimato volto televisivo, sarà ufficializzata oggi.

Colpisce come il nome di Frailis arrivi alla luce del no di altri candidati eccellenti: come riporta Sardinia Post, a dire no al partito caro a Renzi sarebbe stato anche Francesco Abate, altro giornalista del gruppo Unione Sarda. Così come avrebbe rifiutato Angela Quaquero e il medico Luchino Chessa. Da qui la virata su Frailis. Su tantissimi candidati della società civile dunque, il Pd non ha dubbi: per tirare la volata a Zedda per la Regione, la corsa è stata (anche) tra due giornalisti che hanno lavorato per tanti anni col gruppo di Sergio Zuncheddu. La quarta scelta: sarà quella vincente?

Ultima modifica: 15 dicembre 2018

In questo articolo