Alla Marina tre weekend dedicati al gusto

Scoprire i sapori della città di Cagliari attraverso l'unione tra il teatro e la sapienza culinaria dei migliori chef della città. Si parte sabato 20 maggio

Autore: Redazione Casteddu Online il 18/05/2017 15:52



Alla Marina tre weekend dedicati al gusto

Scoprire i sapori della città di Cagliari attraverso l’unione tra il teatro e la sapienza culinaria dei migliori chef della città. Inizia sabato 20 maggio il laboratorio Gusto – Marina – Acqua. Si tratta di tre weekend dedicati al gusto e ai sapori di Cagliari e del suo quartiere più multiculturale: la Marina. Avranno luogo il 20 e 21 maggio, il 17 e18 giugno e il 15 e16 luglio (sabato dalle 15 alle 19 e domenica dalle 11 alle 19) e saranno diretti dal regista Karim Galici. Accanto a lui collaboreranno il tecnico agronomo Gabriella Pisu e i più importanti cuochi della città di Cagliari.

 

 “Vita nella città – Cagliari aperta al mondo” è un progetto multisensoriale e multidisciplinare prodotto da ASMED(Associazione Sarda Musica e Danza) con la regia di Karim Galici, e vincitore del bando MigrArti 2017.  È inserito inoltre nella manifestazione Cagliari Paesaggio organizzata dal Comune di Cagliari.

 

Tutti i partecipanti al laboratorio Gusto – Marina – Acqua lavoreranno poi con il regista alla realizzazione dello spettacolo evento finale che andrà in scena dal 28 al 30 luglio, con prove a partire dal 21 luglio.

 

Il focus del laboratorio sarà il senso del gusto, approfondito in relazione alla città e in particolare al suo quartiere storico: Marina. Parte del centro storico cittadino è l’unico dei quattro quartieri a non avere un vero confine se non il mare che gli dà un’apertura verso l’orizzonte. L’antico quartiere chiamato inizialmente “La Pola” ha sempre vissuto in simbiosi con il porto della città vedendo passare tutte le culture: dai Romani ai Pisani, dagli Spagnoli ai Piemontesi, sino agli sbarchi degli ultimi anni in cui tanti migranti provenienti dall’Africa e dal Sud Est Asiatico si stanno inserendo nel tessuto urbano più variegato della città.

Tutto è sempre arrivato dall’acqua: le genti che arrivano d’oltre mare, gli ingredienti che arricchiscono i piatti tipici e l’aria che si alterna tra la brezza marina e lo scirocco proveniente dalla Siria. L’acqua, che inevitabilmente fa anche parte di qualsiasi cibo sarà approfondito anche come elemento con tutte le sue caratteristiche e le sue suggestioni.

 

Nell’ultima fase si lavorerà sulla drammaturgia e su tutti gli strumenti tecnici fondamentali per preparare un percorso sensoriale sui sapori e sulla vita di questo particolare quartiere della città. Il percorso si concluderà con la pratica delle prove e la messa in scena dell’evento “Vita nella città – Cagliari aperta al mondo”. 

Il docente è il regista Karim Galici, che da quasi 20 anni approfondisce la sensorialità legata alla performance teatrale e che ha lavorato con compagnie di fama internazionale come il Living Theatre e il Teatro de los Sentidos.

 

Tutti i laboratori sono aperti anche ai migranti grazie alla collaborazione con l’Associazione ProMeSa. La Cooperativa Il Sicomoro e la Caritas Diocesana di Cagliari


TAGS:  marina