L'Accabadora, l'ultimo film di Enrico Pau domani al cinema

Una storia originale ispirata alla figura dell'Accabadora, in una Sardegna alle soglie della modernità, con un significativo affresco di Cagliari sotto i bombardamenti, accanto all'immagine di un'Isola arcaica e senza tempo. Ecco dove verrà proiettato l'ultimo film di Enrico Pau

Autore: Redazione Casteddu Online il 19/04/2017 20:02



L'Accabadora, l'ultimo film di Enrico Pau domani al cinema

Giovedì 20 aprile la prima de "L'Accabadora" - il film di Enrico Pau con Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Carolina Crescentini, Sara Serraiocco e Anita Kravos: una storia originale ispirata alla figura dell' "accabadora" in una Sardegna alle soglie della modernità - con un significativo affresco di Cagliari sotto i bombardamenti, accanto all'immagine di un'Isola arcaica e senza tempo.

“L'Accabadora” di Enrico Pau –un film originale capace di far dialogare due mondi, una Sardegna antica, con i suoi riti ancestrali e una Cagliari già novecentesca, ma straziata dalle bombe alleate – è stato presentato questa mattina al Cinema Odissea di Cagliari in un'affollata anteprima per la stampa con la partecipazione di parte del cast e della crew. La visione dell'opera ispirata all'enigmatica figura di “colei che finisce”, portatrice della “buona morte” - ovvero “l'ultima madre” che riconduce in seno alla terra i figli sottraendoli alla sofferenza di un'agonia, rappresenta quasi un viaggio dal paese alla città, dalla dimensione rurale allo spazio urbano. Annetta, interpretata da Donatella Finocchiaro, cresciuta in quella civiltà arcaica e imprigionata nel suo ruolo ai confini del sacro, temuta e ignorata dai suoi compaesani, condannata alla solitudine, scopre - in una scenario di morte e distruzione – la vita e l'amore.

Una storia emblematica che racchiude un duplice omaggio all'Isola e alla città, con la sua bellezza ferita e l'inestinguibile devozione al patrono Sant'Efisio. Un progetto dalla genesi complicata, come svelano il produttore Francesco Pamphili (Film Kairos) e il regista Enrico Pau: «dall'idea di un film tratto da “Mal di Pietre” di Milena Agus, che è stata mia compagna di scuola, nell'insegnamento, tra gioie e dolori, a un film che raccontasse la Sardegna, la nostra storia». La sfida di tradurre in un linguaggio universale la vicenda di un'accabadora sarda nei primi anni Quaranta ha comunque affascinato il produttore, e il film ha assunto un respiro internazionale con la coproduzione con Jane Doolan e la Mammoth Films. Nel cast anche l'attore irlandese Barry Ward (diretto da Ken Loach nel suo “Jimmy's Hall”) che interpreta il ruolo di Albert, e racconta «la mia famiglia proviene da un ambiente rurale, mi è stato facile immaginare come una figura simile potesse essere esistita anche in Irlanda. In realtà, nell'affrontare questo personaggio, siamo partiti proprio dalla morte: il rapporto tra Albert e l'Accabadora è una danza intorno alla morte».

La conferenza, condotta da Nevina Satta, direttrice della Sardegna Film Commission e aperta dalla comunicazione dei saluti dell'assessore regionale alla cultura Giuseppe Dessena, ha toccato i vari temi cruciali, dalla costruzione e l'evoluzione psicologica dei personaggi, con cui si è confrontata insieme al regista la sceneggiatrice Antonia Iaccarino, al ruolo fondamentale della produzione per la nascita di un film, e della distribuzione, curata da Koch Media per far sì che l'opera giunga nelle sale, fino agli spettatori.

- L'ACCABADORA NEI CINEMA “L'Accabadora” - con un interessante cast - accanto a Donatella Finocchiaro e Barry Ward, Sara Serraiocco, Carolina Crescentini e Anita Kravos e alcuni interpreti di spicco della scena sarda e non solo come Camilla Soru, Federico Noli, Caterina Medici, Maria Grazia Sughi, Emilia Agnesa, Roberta Locci, Carla Orrù, Mario Faticoni, Piero Marcialis, Giuseppe Boy, Nunzio Caponio, Saverio Abis e i giovanissimi Riccardo Cau, Enia Carboni e Matilde Soro – sarà da DOMANI (giovedì 20 aprile) nelle sale di 21 città. In Sardegna a Cagliari – al Cinema Odissea – con l'incontro con il regista e il cast in occasione della première DOMANI (giovedì 20 aprile) alle 17, alle 19.15 e alle 21.30 - e all'UCI Cinema, e nei The Space Cinema di Quartucciu e Sestu; al Cinema Prato di Nuoro e all'Ariston di Oristano, e a Ghilarza, Tempio, Tonara, Torralba, Tortolì, Santa Teresa Gallura e Palau, a Santa Giusta – e a Sassari dal 27 aprile. Sarà anche in contemporanea a Palermo, Genova (al Riz e al Sivori), a Mantova, Milano e Bologna, a Roma (Mignon e Giulio Cesare) a Torino e a Napoli, e prossimamente a Firenze.


TAGS:  accabadora   film   cinema