Emanuela Loi, l’agente eroe di Sestu avrebbe compiuto oggi 51 anni

Una cascata di riccioli biondi, un sorriso dolcissimo e un grande coraggio. La prima poliziotta vittima della Mafia, uccisa nella strage di via D'Amelio mentre faceva da scorta al Giudice Paolo Borsellino, Emanuela oggi avrebbe compiuto 51 anni



Avrebbe compiuto 51 anni oggi, Emanuela Loi, l’agente eroe di Sestu,  uccisa  nella strage di via D’Amelio a Palermo, alle 17:58 del 19 luglio 1992. Ma il tempo per lei si è fermato per sempre a  24 anni, con l’esplosione di una fiat 126 carica di esplosivo. Morì  insieme ai colleghi della scorta del Giudice Paolo Borsellino: Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Triste primato per lei: la prima donna della Polizia di Stato ad essere uccisa dalla Mafia.

Una cascata di riccioli biondi, un bel sorriso, una ragazza come tante e allo stesso tempo come poche: martire ed eroina dei giorni nostri. In tanti anche su Facebook ricordano quella ragazza coraggiosa, i sardi non l’hanno mai dimenticata. A lei sono titolate strade, vie, piazze e un ponte  a Cagliari.

La strage di via D’Amelio che ha spezzato la vita a Borsellino e alla sua scorta è una ferita non ancora rimarginata e che brucia ancora oggi nonostante le commemorazioni e i processi, perché incredibilmente non si è ancora arrivati a una verità.   Tante le domande senza risposta, troppi i depistaggi.

Buon compleanno Emanuela.

Ultima modifica: 10 ottobre 2018

In questo articolo