“Elisoccorso flop, in Sardegna stagione da brivido per gli incendi”

Pierpaolo Vargiu: "La vicenda del nuovo bando per l'elisoccorso in Sardegna rischia di diventare l'ennesima farsa tragica di una sanità, quella sarda, la cui qualità sta precipitando senza scampo".



“La vicenda del nuovo bando per l’elisoccorso in Sardegna rischia di diventare l’ennesima farsa tragica di una sanità, quella sarda, la cui qualità sta precipitando senza scampo”. Lo sostiene il deputato dei Riformatori, Pierpaolo Vargiu, che ha rivolto un’interrogazione urgente al Ministro Lorenzin perché intervenga sul disastro annunciato.
“Tra mille incertezze e tentennamenti -prosegue Vargiu- ora la Regione tenta di scaricare le colpe per il ritardo nella pubblicazione del bando per l’elisoccorso sull’autorità Anticorruzione ANAC , da cui attenderebbe un parere, nella tagliola di un protocollo di consultazione che la stessa Regione ha sbandierato come evento epocale al momento della sottoscrizione”.
“Il risultato del tentativo di scaricabarile con ANAC è che la gara per l’elisoccorso non viene bandita, per cui il servizio non verrà assegnato in tempo per la cruciale stagione estiva, lasciando scoperte realtà come La Maddalena, a cui ampie garanzie erano state date all’atto della cancellazione del punto nascita. Non possiamo rassegnarci -conclude Vargiu- ad una estate sarda priva di elisoccorso, con la percorrenza gommata impossibile nelle strade costiere: intervenga la Lorenzin -conclude Vargiu- perché siamo davvero alla lesione dei livelli essenziali di assistenza dei sardi!”

Ultima modifica: 28 giugno 2017

In questo articolo