Dalla Costa d’Avorio alla Sardegna per una vita migliore, Kallil: “Non guardate il colore della pelle, provate a conoscerci”

Il bel messaggio di Kallil Konè, ivoriano, tre anni fa ha lasciato la Costa D'Avorio per cercare come tanti ragazzi della sua età un futuro, una vita migliore: "Per favore non guardate il colore della pelle, avvicinatevi alle persone, provate a parlarci, solo così potete capire chi avete davanti. Solo così si abbattono i pregiudizi"



Tre anni fa, Kallil Koné ha lasciato la Costa D’Avorio, alla ricerca di un futuro, di una vita migliore. Come quella di tanti suoi coetanei che sono nati dalla parte fortunata del mondo. E’ arrivato in Sardegna come richiedente asilo e sta affrontando una nuova vita tra lo studio e la passione per il cinema e il calcio.

Il suo video messaggio pubblicato sulla pagina istituzionale della Regione Sardegna, è un messaggio che parla col cuore, semplice e diretto, di integrazione. Di chi quotidianamente vive sotto la brutta lente dei pregiudizi.”Provate ad avvicinarvi alle persone, a parlarci, non giudicate dal loro colore della pelle, solo così potete capire chi avete davanti. Solo  la reciproca conoscenza può abbattere le diffidenze e i pregiudizi”.

ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE, PARLA KALLIL IBRAHIM KONE': LA RECIRPROCA CONOSCENZA PUO' ABBATTERE I PREGIUDIZI

ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE, PARLA KALLIL IBRAHIM KONE': LA RECIPROCA CONOSCENZA PUO' ABBATTERE I PREGIUDIZIIl messaggio di Kallil Konè: la reciproca conoscenza può abbattere diffidenza e pregiudizi. Kallil è un richiedente asilo che ha lasciato tre anni fa la Costa d'Avorio e ora affronta una nuova vita in Sardegna tra lo studio e la passione per il cinema e per il calcio.

Posted by RAS – Regione Autonoma della Sardegna on Saturday, December 1, 2018

Ultima modifica: 2 dicembre 2018

In questo articolo