Dal Poetto a via Roma: pioggia di hotel di lusso in arrivo

Palazzo Doglio ai padroni del Forte Village. Poi alberghi a palazzo Tirso e palazzo Accardo. In futuro anche Ospedale Marino, Fiera ed ex carcere di Buoncammino. Federalberghi: "L'hub crocieristico potrebbe far decollare il turismo in città"



Una pioggia di alberghi, molti dei quali di lusso, pronta a cadere in città. Uno è già stato annunciato: è quello di Palazzo Doglio, dove sorgerà un hotel a 5 stelle. Di altri due la notizia è saltata fuori. Due alberghi di lusso nel destino di palazzo Accardo (largo Carlo Felice) e palazzo Tirso (piazza Deffenu).

E intanto la Regione ha già annunciato un nuovo albergo al vecchio Ospedale Marino proprio sulla spiaggia. E poi Fiera, Buoncammino e Calamosca.

Il futuro di Cagliari sembra tutto orientato nel turismo. Le iniziativa imprenditoriali si moltiplicano. Musa e Mavlit Bazhaev i due fratelli ceceni titolari del gruppo russo Alliance, proprietari del Forte Village di Santa Margherita di Pula che hanno acquistato di palazzo Doglio, il gigantesco edificio tra le vie Logudoro, Nuoro e Goceano, pagandolo 12 milioni di euro ad un asta fallimentare. L’immobile diventerà un albergo a 5 stelle, il primo a Cagliari.

Palazzo Accardo, all’angolo  tra il largo Carlo Felice e via Angioy, per 2 milioni e 700 mila euro è finito alla società Case Belle srl, che appartiene ai fratelli Fanari di Gonnosfanadiga, noti imprenditori, proprietari di un importante caseificio. La società opera nei campi immobiliare, edilizio, del turismo e della ristorazione e tutto porta a pensare che il palazzo diventerà un hotel a pochi passi dal porto, dalla stazione e dalla vie dello shopping. Proprio come palazzo Tirso in piazza Deffenu, nell’edificio all’angolo con via Campidano. L’immobile della ditta cagliaritana Antonio Puddu costruzioni che dopo averlo acquistato e ristrutturato ha recentemente fatto la richiesta al Comune di Cagliari per trasformarlo in albergo.

Di “vocazione esclusivamente turistica” ha parlato l’assessore regionali agli Enti Locali Erriu in riferimento all’ex  ospedale Marino dove nascerà un albergo. E un destino analogo potrebbero avere strutture in via di dismissione come la caserma Ederle di Calamosca e, almeno in parte, l’ex carcere di Buoncammino. Non solo. Anche la Fiera potrebbe ospitare un’importante struttura ricettiva nel quartiere fieristico. E nella città del futuro il sindaco Massimo Zedda ha già ipotizzato un albergo nel grattacielo dell’Enel in via Roma.

“Di sicuro questa stagione è andata bene per gli alberghi in città”, spiega Mauro Murgia di Federalberghi, “anche grazie alla crisi che sta investendo il nord Africa. Tutta questa richiesta per Cagliari da parte di investitori importanti porta a pensare che questi sappiano qualcosa di cui non sappiamo. Di sicuro se il porto di Cagliari diventa hub crocieristico ecco che gli alberghi vicino al mare diventano ottimi investimenti. Lo stesso”, aggiunge, “posso dire per l’albergo all’ospedale Marino che può rilanciare tutta la zona del Poetto. Sono favorevole a tutti questi investimenti. La speranza è che alberghi di qualità possano contribuire a migliorare l’offerta complessiva”.

Ultima modifica: 12 gennaio 2018

In questo articolo