Capoterra, l’sos di una famiglia: “Siamo intrappolati in casa con nostro figlio disabile, salvateci”

Il dramma di Natalino Atzori, di sua moglie Rossana e del figlio 16enne, disabile: “Ci troviamo in località Sa Perda Su Gattu, c’è una maxi voragine fuori dall’abitazione che non ci permette di spostarci. Qualcuno venga in nostro soccorso, siamo disperati”. CONDIVIDIAMO TUTTI questo appello!!



“Si è creata una grande voragine, proprio sulla strada davanti alla nostra casa, e non possiamo spostarci. Siamo isolati da oltre un giorno”. A dirlo, contattato da Cagliari Online, è Natalino Atzori, 52enne capoterrese residente in località Sa Perda Su Gattu, zona di campagna. Insieme alla moglie Rossana, 60 anni, e al loro unico figlio di sedici anni, che soffre di una particolare forma di disabilità, sono “intrappolati dentro casa. Il diluvio ha creato una buca molto ampia, che si è riempita di acqua, creando quasi un mini torrente”. Risultato: impossibile prendere l’automobile e spostarsi: “La strada è di quelle tipiche della campagna, non è asfaltata”, dice Atzori, “per fortuna abbiamo ancora cibo e le indispensabili medicine per il nostro figlio disabile”.

 

E, ovviamente, chiedono a gran voce di essere soccorsi: “Ho chiamato la polizia Municipale, mi è stato detto di rivolgermi alla Protezione Civile. Così ho fatto, e per tutta risposta mi hanno detto che verranno appena potranno. Ma le ore passano e non si vede nessuno”. Il signore lascia anche un numero di telefono, al quale è raggiungibile sia dalle Forze dell’ordine sia dai volontari sia da chiunque possa contribuire a velocizzare le operazioni di intervento: +39.334.7629722 .

Ultima modifica: 11 ottobre 2018

In questo articolo