Caos conguagli, Puddu: “Ai cittadini dico non pagate Abbanoa”

Il sindaco di Assemini Mario Puddu (M5S) sulle richieste di conguaglio di Abbanoa: "Per quanto mi riguarda la mia indicazione ai cittadini sarà non pagare, meglio fare reclamo e poi attendere esito pronunce giudiziarie."



 “Per quanto mi riguarda, la mia indicazione ai cittadini sara” di presentare reclamo ad Abbanoa verso le richieste di conguaglio e attendere l”esito delle pronunce giudiziarie, prima di eseguire il pagamento”. Cosi” il sindaco di Assemini (Cagliari) Mario Puddu (M5s), durante il suo intervento all”Aassemblea generale dei Comuni convocata da Anci per un confronto istituzionale sul tema dei conguagli regolatori Abbanoa, nella sala convegni del Banco di Sardegna a Cagliari. Il confronto istituzionale ha visto la presenza dell”assessore ai Lavori Pubblici Paolo Maninchedda, del presidente dell”Egas (il nuovo ente che ha sostituito l”Autorita” d”ambito) Nicola Sanna, e dell”amministratore unico di Abbanoa, Alessandro Ramazzotti.

“Oggi ci troviamo qui nella duplice veste di azionisti di Abbanoa e di rappresentanti degli interessi dei cittadini- spiega Puddu- si tratta di posizioni che dovrebbero convergere in un”unica direzione ma non e” cosi” purtroppo. L”obiettivo comune sarebbe quello di fornire un servizio efficiente che renderebbe il costo dello stesso accettabile per il cittadino, ma i casi di disservizio sono davvero tanti. E questo lo dico nonostante bisogna ammettere che i lavori che sta facendo Abbanoa sono importantissimi, com”e” vero che le reti che l”ente ha preso in carico nella mia citta” sono dei colabrodo”. Tuttavia “e” inconfutabile che il servizio non vada bene e io oggi non mi sento di biasimare chi si lamenta di dover pagare il conguaglio per perdite pregresse”. Per Puddu non si percepisce “alcuna correlazione tra l”ulteriore aumento del costo e il servizio: non c”e” in campo solo una questione giuridica, ma di giustizia, ed e” per questo che c”e” stata in queste settimane una sollevazione popolare”.
(Api/ Dire

Ultima modifica: 27 giugno 2017

In questo articolo