Cagliari, Poste Italiane: con l'Open Day tutti in rete con i nonni

L'iniziativa Open Day "Tutti in rete con i Nonni" per lo sportello digitale attivato dagli studenti del Dettori e dagli over 65, che hannos eguito il corso "Nonni in Rete", tutti i giovani alle Poste

Autore: Redazione Casteddu Online il 20/04/2017 18:08



Cagliari, Poste Italiane: con l'Open Day tutti in rete con i nonni

Grande interesse ha suscitato lo sportello digitale attivato oggi al Liceo classico Dettori da studenti e over 65 coinvolti nell’iniziativa “Nonni in rete. Tutti i giovani alle Poste”. Tanti i curiosi di scoprire come inviare una lettera o una raccomandata, fare un pagamento, gestire la spedizione di un pacco anche da casa, senza code allo sportello. Ma anche di apprendere come comunicare con una persona lontana o rivedere un programma televisivo. Con un computer, uno smartphone o un tablet, molte operazioni, prima complicate, si possono eseguire con pochi click o qualche tocco, se si usano strumenti touch. Come fare lo hanno spiegato i protagonisti del progetto “Nonni in rete. Tutti i giovani alle Poste” ai cittadini del quartiere desiderosi di scoprire i servizi della pubblica amministrazione a portata di computer, tablet e smartphone. 

Anna Maria Piras ha definito l’esperienza meravigliosa “Elisa è stata un tutor disponibile e paziente, che mi ha supportato e sopportato anche tutte le volte che non ho fatto i compiti a casa. Ho frequentato il corso facendo dei sacrifici, ma ne è valsa la pena. Ho imparato tanto: due anni fa mi hanno regalato uno smartphone ma ho iniziato ad usarlo solo durante il corso”. Giuseppina Cirina avrebbe voluto che il corso non finisse ”Troppo bello, troppo poco. Mai nessuno mi aveva insegnato ad utilizzare il computer”. Ma anche per “gli insegnanti” è stata un’esperienza molto positiva e i voti che darebbero ai Nonni sono tutti molto alti. Toto si è spinto fino a dire che “allieva in alcune circostanze ha superato il maestro”. Anche per Letizia è stata una bellissima esperienza “abbiamo insegnato ai nonni, ma abbiamo anche imparato tanto da loro. Io poi un nonno non ce l’ho e mi sono affezionata molto al mio”