Il "settebello" dei Riformatori:sette liste per le elezioni a Cagliari

Parte la corsa dei Riformatori verso le elezioni 2016 a Cagliari: insieme al partito di centrodestra anche sei liste civiche che rilanciano l'hashtag # CA_mbia, "per dare alla città il sindaco migliore"

Autore: Federica Lai il 18/07/2015 16:58



Il "settebello" dei Riformatori:sette liste per le elezioni a Cagliari

Sette liste civiche per cambiare la città e mandare il sindaco Zedda a casa. Parte la corsa dei Riformatori verso le elezioni comunali di Cagliari del 2016. Insieme al partito di centrodestra anche sei liste civiche: Cagliari TTT (tolerance, talent, technology), Cambiavento, Cittadini per Cagliari, Flamingos, Innovazione e L’altra Cagliari. E non si escludono le primarie per scegliere il candidato sindaco. "La politica da sola non ce la fa più e per questo chiede aiuto alla città", spiegano i Riformatori. 

Le sette liste rilanciano l'hashtag #CA_mbia.  Qual è il programma? "I progetti di cambiamento sono tutti ambiziosi e articolati - dicono i promotori - Ma noi abbiamo cercato di farne una sintesi. Vogliamo utilizzare tutte le risorse della città perché producano opportunità e posti di lavoro per i cagliaritani e per i sardi. Massimo rispetto per musei, uffici pubblici e centri sociali: ma qui serve altro. Abbiamo bisogno di cultura d’impresa e di attività economiche che producano nuova ricchezza per i cagliaritani e i sardi e tante buste paga per chi non ha il lavoro".

E poi l'elenco delle grandi opere incompiute della città. "Le prime cinque? - sottolineano -  Ex Ospedale Marino, Molentargius, Caserma Ederle, ex Ospedale Militare, Carcere di Buoncammino), dessero 200 posti di lavoro ciascuna, avremmo subito 2000 nuovi occupati a Cagliari. La nostra ambizione è quella di fare crescere un grande movimento intorno a #CA_mbia, che coinvolga quella parte della città che sino a oggi si è considerata estranea alla politica, che aggreghi altre esperienze civiche per scegliere, con metodo condiviso, tutti insieme, il miglior candidato sindaco possibile. Con il proprio candidato sindaco, #CA_mbia cercherà il rapporto con tutti quelli che pensano che l’esperienza della Giunta Zedda non sia riuscita a cambiare le sorti della città: #CA_mbiacrede nel metodo delle primarie e dichiara la propria disponibilità a confrontarsi con chiunque ne condivida il programma".


TAGS:  cagliari   riformatori