Cagliari, spaccio e favoreggiamento: denunciate due persone

Denunciati un 22enne cagliaritano per detenzione, spaccio di stupefacenti e oltraggio a Pubblico Ufficiale, e una 59enne cagliaritana per favoreggiamento



La Polizia di Stato, nell’ambito del potenziamento del dispositivo di controllo del territorio mediante la costante vigilanza di tutte le zone della città, ha denunciato in stato di libertà un 22enne cagliaritano, con precedenti di polizia, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e oltraggio a Pubblico Ufficiale e una 59enne, cagliaritana, per favoreggiamento personale.

Nella serata di ieri un equipaggio della Squadra Volante ha effettuato un controllo in via Sanna, dove, all’altezza del civico 31, gli agenti avevano in precedenza notato un continuo viavai di persone che si avvicinavano al portone di ingresso per ricevere qualcosa da un giovane.

Il giovane, accortosi dell’equipaggio, aveva smesso l’attività, richiudendo il portone in tutta fretta.

Gli agenti si sono quindi allontanati per qualche minuto e hanno osservato a distanza attendendo l’arrivo di altri acquirenti. A quel punto il giovane, accortosi dei poliziotti, ha chiuso in tutta fretta il portone fuggendo per le scale e si è nascosto all’interno di un appartamento al piano rialzato.

Approfittando dell’uscita di un inquilino, gli agenti sono entrati nello stabile ma, bussato alla porta dell’appartamento nel quale si era introdotto il 22enne, non hanno ricevuto risposta.

Un poliziotto, nell’ipotesi che il giovane potesse liberarsi di qualcosa dalla finestra, ha atteso nel giardino retrostante da dove, in effetti, lui ha tentato di fuggire scavalcando il davanzale per poi rientrare in casa.

Con l’ausilio di un altro equipaggio, gli agenti sono riusciti a farsi aprire la porta dell’appartamento nel quale si era rifugiato, dove era presente una donna, denunciata poi per favoreggiamento. Sottoposto a immediato controllo, il 22enne è risultato in possesso di tre bustine di marijuana, della somma di 214 euro in banconote di vario taglio e di un coltello multiuso con la lama imbrattata di sostanza.

Nel corso dei controlli il giovane ha proferito, in più occasioni, frasi ingiuriose verso gli agenti.

Ultima modifica: 10 gennaio 2019

In questo articolo