Cagliari, senzatetto “rifugiati” nel cortile dell’Alberghiero. E gli studenti restano a casa | VIDEO ESCLUSIVO

All’Azuni di via Monte Acuto, da mesi, alcuni senza fissa dimora sono riusciti a crearsi un rifugio per la notte. Alunni e genitori sul piede di guerra: “Odori nauseabondi e escrementi”. La dirigenza dell’istituto ha già avvisato le istituzioni per risolvere il problema. IL VIDEO



All’Azuni di via Monte Acuto, dopo le proteste di qualche alunno e genitore raccontate da Cagliari Online, regna una pace provvisoria. La presenza di un mini accampamento realizzato da alcuni senzatetto – abituati ormai da mesi a vivere, di notte, nel giardino interno all’istituto – ha portato vari alunni e genitori a protestare, con i primi che, per qualche giorno, hanno deciso di non entrare nelle classi. “Odori nauseabondi ed escrementi, situazione igienica ad alto rischio”, questo il fulcro delle lamentele.
Dall’istituto informano che si sono già attivati per cercare di risolvere il problema: la presenza di alcuni fissa dimora è stata segnalata ai servizi sociali del Comune, ma anche alla Asl e alla Provincia. Una parte di studenti e studentesse, anche oggi, ha deciso di restare a casa, aspettando che alle promesse possano seguire i fatti, per poter ritornare, serenamente e in tempi brevi, tra i banchi e le cucine dell’alberghiero.

Ultima modifica: 12 gennaio 2018

In questo articolo